Donna moderna
Idee e tendenze

Lill di Ikea: una tenda per infinite creazioni

Margherita Morbiato

Margherita Morbiato  •  Home is More

Blogger CF Style

La tenda Lill di Ikea è tra i prodotti più versatili delle collezioni proposte negli anni dal brand scandinavo. Scopri con me, i suoi usi alternativi.

Un po’ per professione, un po’ per diletto ho usato la tenda Lill, in mille modi e credo di doverne ancora scoprire altri mille...

  • Prima di tutto è una tenda che lascia filtrare bene la luce e scherma il giusto dalla curiosità altrui. Leggera, in tulle, cade sempre bene anche se non la aggiusti alla perfezione. La puoi tagliare a misura senza dover fare l’orlo, si asciuga in pochi minuti e non va stirata.
  • La tenda Lill è anche un’ottima zanzariera, vista la sua texture.
  • Puoi anche usarla per una mise en place: l’ho sperimentata anche sopra al tavolo, per delle cene importanti. Posizionala su una tovaglia di lino bianco, per dare l’effetto nuvola, o da sola in più strati, per creare un effetto carico e sontuoso. Apparecchiare la tavola in questo modo, economico ma di grande effetto, fa sentire tutti al palazzo reale. Aggiunge quel tocco di originalità inaspettato per i nostri ospiti e con delle candele, come centrotavola, la semplicità diventa subito eleganza pura.
  • Puoi usarla anche per decorare poltroncine e altri arredi. Per il mio matrimonio ho rivestito lo schienale delle sedie: ho fermato la tenda a lato con un nastro e dei fiori. Le sedie, prima troppo formali e usuali, sono diventate subito ricercate e particolari.
  • Tagliata a strisce è un ottimo nastro per chiudere pacchi e scatole regalo. Puoi anche usarla per creare la base all’interno di una confezione dove appoggiare un dono prezioso.
  • Vuoi regalare un mazzo di fiori di campo? Puoi usarla per fermare il mazzo di fiori in modo originale.
  • A Natale il suo uso è infinito: io ci avvolgo la base dell’albero e poi la lascio scivolare sul pavimento per appoggiarci i regali.
  • Puoi lasciarla cadere morbida sopra al letto come se fosse un copriletto di neve leggera.

Testi

Margherita Morbiato

Foto

Margherita Morbiato e Nadine Silva

Ti potrebbe interessare