Donna moderna
Complementi d'arredo

La storia delle mitiche sedie dei bistrot parigini fin dal 1885

Alessandra Barlassina

Alessandra Barlassina  •  Gucki

Blogger CF Style

Le tipiche sedie dei bistrot di Parigi hanno una storia lunga e unica e il fascino dei loro intrecci è intramontabile

Parigi avrebbe meno fascino senza i suoi bistrot dove i francesi amano rilassarsi mangiando e chiacchierando all’aperto anche in inverno. Le classiche sedie 'da bistrot' in rattan con seduta e schienale intrecciati, sono ormai entrate nell’immaginario parigino comune.

Le originali sono prodotte ancora oggi dalla Maison Louis Drucker che nel 1885 le ha create e ne ha lanciato la moda. Oggi sono simboli dell’artigianato e della tradizione francese. Si può scegliere tra infinite combinazioni di colori e intrecci – si possono anche personalizzare grazie a un simulatore on-line – nonché tra oltre 100 modelli!

Oggi gli intrecci vengono realizzati in Rilsan, una fibra naturale prodotta unicamente in Francia, capace di resistere dai -50° ai +70°. L'incredibile resistenza agli agenti atmosferici le rende sedute perfette per gli esterni.

Oltre alla Maison Drucker, l'altro produttore storico di sedie da bistrot è la Maison Gatti dal 1920.

Come riconoscere gli originali? La prossima volta che vi godrete un caffè in un bistrot parigino cercate l'etichetta in metallo sul retro della sedia!

Non solo sedie: caratterizzati da questi intrecci e colori bellissimi si trova una vasta gamma di sedute tra sgabelli, panche e poltrone, anche per i bambini con versioni mini e seggioloni.

Oggi le sedie da bistrot si trovano negli interni ed esterni più raffinati, spesso gli sgabelli intrecciati sono scelti come sedute attorno a isole e banconi moderni per un tocco décor dal fascino parigino.

Testi

Alessandra Barlassina - Gucki.it

Foto

Alessandra Barlassina - Gucki.it

Ti potrebbe interessare