Donna moderna
Pareti e pavimenti

6 cose che devi sapere sulle cementine

Oggi le cementine vivono un vero momento di gloria, tra recupero e rivisitazioni contemporanee.

Le tradizionali mattonelle quadrate o esagonali, in genere di formato 20x20 o 25x25 cm, sono realizzate con stampi in cui si versa un impasto di cemento spesso circa 2 cm e hanno la superficie decorata con i disegni geometrici e floreali che le hanno rese famose.

Per recuperare quelle originali

  1. Le cementine vanno ‘smontate’ con molta cautela: si parte da un angolo della stanza spaccando la prima e si procede, una mattonella alla volta, staccandola dal fondo delicatamente con mazzetta e scalpello. Togliere con cura dal lato ‘di sotto’ i residui di cemento e sabbia con una spazzolina metallica o con uno scalpello. Poiché bisogna mettere in conto che alcune si romperanno, il consiglio è progettare sempre di rivestire un ambiente più piccolo di quello da cui sono state prese.
  2. Le cementine sono molto porose; dopo averle rimontate sul nuovo massetto, vanno pulite con cura e rifinite con cera o prodotti specifici per renderle idrorepellenti.
  3. Non vanno levigate: si rischia di togliere il decoro e il colore. Alcune sono macchiate? Pazienza: le imperfezioni sono parte del loro fascino.

Vuoi comprare cementine di recupero? Le trovi da: 

  • Antichità Cavallo - www.antichitacavallo.it
  • Recuperando - www.recuperando.com/it
  • Contini Vittorio - www.continivittorio.it

Un consiglio

Non riesci a recuperarne a sufficienza? Crea un ‘tappeto’ a centro stanza e aggiungi una cornice di pietre o parquet.

 

Cose da sapere se le compri nuove

  1. Se acquisti delle cementine già pronte puoi sceglierle anche mentre i lavori di ristrutturazione sono in corso.
  2. Preferisci farle realizzare su disegno (dell’architetto oppure tuo, grazie ai configuratori on line)? Considera che il cemento, quando essicca, rilascia dei sali
    che salgono in superficie: finché l’acqua non è del tutto evaporata le cementine
    non sono pronte per la posa e la ceratura finale perché c’è il rischio che le macchie di salnitro si fissino. Informati, dunque, su quanto tempo occorre per l’essiccazione del prodotto che vuoi acquistare: è variabile e a volte servono vari mesi, quindi ti conviene ordinare il materiale appena inizi i lavori.
  3. Hai poco tempo? Alcune cementine su disegno subiscono un’essiccazione
    industriale: potrai perciò fare la sigillatura dei pori o la ceratura subito dopo la posa.

 

Come abbinarle ai mobili

Le cementine non costringono a un arredamento classico, anzi! Le puoi accostare anche a pezzi di design contemporaneo. I colori? Parti da quelli delle mattonelle e usali anche in nuances accese.

Se le accosti al parquet

Prima si posano le cementine che devono essere pulite con molta acqua. Una volta lavate, si coprono con un telo in tessuto e, dopo aver posato, lamato e lucidato il parquet, si procede all’inceratura delle cementine.

Per pulirle

Usa soltanto saponi di Marsiglia o vegetali, evita prodotti aggressivi che possono rovinare lo strato superficiale.

Se le vuoi personalizzare

Molti produttori hanno il configuratore online con il quale puoi ‘disegnare’ le cementine con le forme e i colori che preferisci.

 

Dove comprarle nuove:

  • Cementine.com - www.cementine.com
  • Grandinetti - www.grandinetti.it

 

Ti potrebbe interessare