Donna moderna
Bagno e lavanderia

Nuovo look al bagno: scegliere il box doccia e la rubinetteria

Stai ristrutturando il bagno? Qui trovi le soluzioni migliori per box doccia e rubinetteria.

Multifunzione

La SPA in casa? Puoi averla nello spazio di un box doccia, anche di soli 80x80 cm. Devi predisporre una presa elettrica che disti 60 cm da altre prese e luci, e installare una cabina multifunzione con tettuccio ermetico, lasciando attorno uno spazio libero di 50 cm per la manutenzione. Con maxi-soffioni e idrogetti a 360°, può incorporare luci cromoterapiche, aromaterapia, radio, sauna e bagno turco che, (attenzione!), potrebbe assorbire più di 3 kW di potenza elettrica.

Sistema doccia

Non si parla più di semplice cabina ma di un vero e proprio (e versatile) sistema doccia da comporre su misura. La prima scelta è tra telai dai profili invisibili, sottili o marcati da finiture trendy, tra vetri di sicurezza con stampe digitali o trattati anticalcare e tra ante a battente o scorrevoli, che ora si sganciano per facilitarne la pulizia. E i piatti? Da appoggio o a filo pavimento e in materiali antiscivolo e antibatterici, sono sempre più colorati e vengono tagliati su misura in fase di posa.

Walk in

È la doccia con ingresso open, composta da 1-2 lastre in vetro di sicurezza temprato o stratificato da 6-12 mm fissate a muro o a soffitto con barre di sostegno e da un piatto doccia che, se incassato a filo del pavimento, la rende accessibile anche a chi ha problemi motori. La tua priorità è l’igiene? Privata di telaio, cerniere e guarnizioni, previene la formazione di muffa e facilita le pulizie! Temi rubi spazio? Oggi la realizzi anche in mini-angoli con pareti vetrate di soli 50-60 cm.

Scegli soffione & Co.

A colonna: Installata a parete o ad angolo usando gli attacchi idrici presenti, la colonna attrezzata trasforma la vecchia doccia in un’esperienza energizzante grazie a soffione, idrogetti per massaggi, doccetta e piccoli nebulizzatori.d

Da terra: la colonna free standing ha soffione lineare orientabile o fisso e il miscelatore incorporato. Visto che dovrai fissarla a terra, richiede gli attacchi dell’acqua a pavimento da predisporre in fase di ristrutturazione.

Da incasso: stai ristrutturando? Se incassi a muro la parte tecnica del miscelatore, avrai una doccia minimal look con più spazio libero per muoverti, perché a vista rimangono solo comandi, soffione, doccetta e idrogetti.

Esterno muro: per rinnovare la doccia in modo easy, scegli un’asta con miscelatore termostatico (tiene fissa la temperatura e non ti scotti). Esterno: si montano i raccordi universali sugli attacchi esistenti!

Guarda anche
Bagno e lavanderia

Piatti doccia e vetrate XL

Guarda anche
Ristrutturare

Il box doccia scorrevole a scomparsa

Ti potrebbe interessare