Donna moderna
News

Edison sostiene le comunità energetiche

Le comunità energetiche sono la nuova frontiera nel campo delle rinnovabili: semplici cittadini possono ‘associarsi’ mettendo in comune l’energia da loro autoprodotta, e diventare così veri protagonisti del rinnovamento ecosostenibile.

CHE COS’È UNA ENERGY COMMUNITY?

Un insieme di persone che decidono di mettere in comune l'energia. Una ‘Energy Community’ (EC) è un insieme di persone che vivono o lavorano nello stesso luogo, per esempio un condominio, e che decidono di condividere le proprie risorse energetiche. In altre parole, un consorzio di utenze che ha raggiunto una ‘massa critica’ in una zona e può ambire a diventare indipendente nell’autoproduzione di risorse, fino a sganciarsi dalla rete elettrica nazionale.

POTENZIALE IN ITALIA

500.000 comunità energetiche. In Francia e Germania stanno nascendo norme che premiano chi riesce a diventare ‘autonomo’ nella produzione dell’energia. Ma anche l’Italia ha tutte le carte in regola per far prosperare le EC. Da uno studio Ambrosetti in collaborazione con il Politecnico di Milano è stato individuato un potenziale di circa 500.000 comunità energetiche in Italia, l’80% in ambito residenziale. In quest’ottica i condomini potranno diventare un nuovo, cruciale player del mercato dell’energia.

QUALI INTERVENTI SULLO STABILE

Pannelli fotovoltaici, isolamento termico e caldaia nuova. Oltre a installare i pannelli fotovoltaici (indispensabili per produrre energia elettrica), il primo passo è isolare bene l’immobile perché si calcola che tra il 50 e il 70% dell’energia termica prodotta negli edifici oggi viene dispersa nell’ambiente! Questo intervento dovrebbe essere fatto prima di un eventuale cambio di caldaia (che porta un beneficio medio del 20-30%), mentre l’isolamento termico abbatte la dispersione energetica fino al 70%.

BENEFICI ECONOMICI E AMBIENTALI

Cala il prezzo all'ingrosso, crescono gli utili. Le Energy Community avrebbero ripercussioni enormi sulla gestione energetica attuale: non soltanto calerebbe il prezzo all’ingrosso dell’energia, ma si avrebbero positive ricadute sull’occupazione e una significativa riduzione dell’inquinamento. L’analisi costi- benefici condotta vede questi ultimi prevalere nettamente, con un surplus previsto compreso fra 1,4 e 2 miliardi di euro.

EDISON SOSTIENE LE COMUNITÀ ENERGETICHE

Consulenze e progettazione per modelli innovativi. Il ruolo di Edison in questo nascente mercato e nel consolidamento dei nuovi ‘prosumer’ (producer + consumer) condominiali sarà importante: l’azienda è pronta a incoraggiare l’avvio di progetti sperimentali. Edison può aiutare le singole comunità energetiche a ottimizzare consumi e produzioni, a scegliere e investire nelle tecnologie più avanzate e a gestirle al meglio nel tempo.

Ti potrebbe interessare