Donna moderna
Animali domestici

Assicura il tuo animale domestico per le vacanze

Tempo di viaggi... Chi porta con sé il cane o il gatto, può oggi proteggerlo con polizze ad hoc, che rimborsano i costi delle spese sostenute per curarli

Ora che l’estate è nel vivo e molti di noi programmano le vacanze, è il momento di parlare delle coperture assicurative che tutelano i nostri cani e gatti quando li portiamo in viaggio con noi.
Fino a qualche anno fa, questo genere di prodotti non era molto diffuso, ma la crescente presenza di animali nelle nostre vite e la forte richiesta da parte dei proprietari hanno spinto le compagnie a creare coperture ad hoc.

 

Che cosa copre la polizza?
Fra le più recenti c’è quella che riguarda le spese mediche necessarie per rimettere in salute il ‘pet’ rimasto ferito in un incidente. Non molti lo sanno, ma nella copertura RC auto che tutti gli automobilisti sono obbligati ad avere, gli unici soggetti non tutelati dall’assicurazione sono chi guida e gli animali eventualmente presenti in auto.
Tanto per il conducente quanto per il cane o il gatto trasportato è necessaria quindi una copertura aggiuntiva che per questi ultimi – secondo un’analisi di Facile.it – ha un costo medio di 15 euro all’anno.
Chi sottoscrive la polizza, una volta che ha dimostrato tramite referto che l’animale era presente in auto al momento del sinistro e che ha subito in conseguenza di esso dei danni, ha diritto al rimborso delle spese sostenute per le cure, con massimali che arrivano a 250 euro in caso di ferimento e a 600 euro in caso di morte dell’animale.

 

Una copertura in 2 ‘step’
Un altro tipo di assicurazione, molto utile per chi porta con sé il cane o il gatto durante le ferie, è quella detta ‘Assistenza in viaggio’, spesso già inserita nella copertura generale delle emergenze in famiglia. Si divide in due sottopolizze. Una opera prima della partenza: pagando circa 110 euro si accede a un servizio che vede la centrale operativa della compagnia fare da tramite tra l’assicurato e un centro di assistenza turistica per selezionare
le strutture pet friendly, prenotare i biglietti e – nel caso di un viaggio all’estero – fornire informazioni sulle normative che regolano il trasporto e la permanenza dell’animale nel paese che si sta per visitare. Una volta partiti entra in gioco la seconda tranche della copertura, detta ‘Emergenze in viaggio’. I costi sostenuti in caso di infortunio o di grave malattia dell’animale saranno rimborsati (nel limite di 120 euro per ciascun evento e per periodo assicurato). Attenzione: il rimborso si ha soltanto se l’infortunio è avvenuto in un paese UE (Italia esclusa) e se il padrone può produrre le ricevute di pagamento e la documentazione veterinaria che attesti la necessità di intervenire in urgenza, a protezione del pet stesso.

 

Assicurazione anti-smarrimento
Esiste anche una copertura che tutela i padroni dal perdere il proprio animale. Possono però essere assicurati soltanto cani o gatti minori di 8 anni (a meno che non si tratti di un rinnovo e solo se sono già stati ‘clienti’ della compagnia per non meno di 24 mesi consecutivi). Il costo si aggira sui 100 euro annui. In tutti gli altri casi, meglio fare attenzione per evitare che Fido ci sfugga di mano!

 

Animali felici e... assicurati
Bama è l’azienda che, con la linea Bamapet, offre prodotti per cani e gatti. In collaborazione con Axa Assicurazioni, presenta la polizza ConFido che, oltre a risarcire eventuali ‘danni’ a terzi compiuti dal tuo pet, è una vera e propria copertura sanitaria che prevede il rimborso di spese mediche per suoi ricoveri e/o operazioni. Per averla a un prezzo vantaggioso, basta acquistare un prodotto Bamapet contrassegnato con l’etichetta che vedi qui a fianco. Per saperne di più, visita la pagina www.axa.it/confido.

Testi

Andrea Polo, direttore comunicazione Facile.it

Tag animali

Ti potrebbe interessare