Donna moderna
News

Archichat Night: una serata dedicata all’architettura inclusiva

Paola Tartaglino

Paola Tartaglino  •  We Make A Pair

Blogger CF Style

Il 19 giugno alla Fabbrica del Vapore di Milano si terrà un evento a cura di RebelArchitette, durante il quale cinque progettiste si racconteranno e si confronteranno, intorno al tema dell'architettura inclusiva.

Con questo nuovo incontro, il gruppo no profit di attiviste digitali RebelArchitette dà seguito al ciclo di eventi dedicati alla diffusione di una architettura inclusiva, dopo la serata apripista del 7 marzo scorso a Bergamo, che ha visto anche un piccolo cameo di Doriana Mandrelli Fuksas, in collegamento skype da Roma.

L'evento è dedicato questa volta alla città di Milano e alle sue interpreti per dare a tutti/e l'opportunità di conoscere l'attività delle professioniste che operano nel territorio.

Le prime architette e designer che si racconteranno in questa serata sono cinque professioniste con diversi livelli di esperienza e portatrici di differenti dinamiche di progettazione.

Laura Berni, in rappresentanza della società creata da cinque architette Lascia la scia, che si occupa di architettura e temporaneità, operando nell'ambito di allestimento, retail, interior e design, e che nell’ottobre del 2018 ha inaugurato un proprio coworking omonimo, laboratorio per piccoli artigiani.

Selina Bertola, fondatrice dello studio al femminile di architettura ed interior design Nomade Architettura, che si occupa di progettazione di interni a tutto tondo, dall'ambito residenziale a quello del retail, e con particolare focus sui differenti modi di vivere e di abitare.

Silvia Calatroni, partner dello studio SDARCH ed esperta di architettura del paesaggio, che progetta spazi urbani, parchi, giardini pubblici e privati e piani paesistici in ambito internazionale, con un approccio fondato sull'esperienza sensoriale che il paesaggio produce.

Isabella Inti, architetta, docente di urban design, direttrice del corso Riuso Temporaneo al Politecnico di Milano e del centro socio-culturale Stecca 3.0, fondatrice dell’associazione temporiuso.net, si occupa di processi di rigenerazione territoriale e ha realizzato numerosi progetti di riuso temporaneo di spazi in abbandono.

Elena Sacco, co-fondatrice di DAP studio, studio associato che opera nel campo della progettazione architettonica a varie scale di intervento, dalla progettazione di edifici pubblici, al terziario, alla residenza, alla riqualificazione urbana, con particolare interesse per gli spazi pubblici destinati ad attività culturali.

Dopo i singoli interventi, le cinque professioniste si renderanno disponibili ad un momento di confronto con il pubblico partecipante nell'ottica di sperimentare un'attività di mentoring, durante la quale tutti i presenti potranno discutere e porre domande alle ospiti su qualsiasi argomento relativo all'architettura e alla professione in genere.

Ad introdurre la serata, Francesca Perani e Marta Brambilla, che porteranno l’esperienza del collettivo RebelArchitette e racconteranno i loro progetti più recenti: la pubblicazione del libro digitale Architette=Womenarchitects / Here we are!, che raccoglie i profili di 365 studi al femminile nazionali ed internazionali, ed il lancio del Report/campagna #TIMEFOR50, che indaga la rappresentazione di genere nel mondo del progetto.

L'evento rientra fra le attività proposte dal collettivo a favore della parità di genere nelle professioni, come dichiarato con la campagna #timefor50 #tempodiparità - pari opportunità intese come pari presenza, retribuzione, visibilità delle progettiste all'interno delle loro professioni - e si propone di essere la prima di una serie di serate dedicate alla professione al femminile a Milano, riproducibile anche in altre città italiane.

 

Dove e quando: Fabbrica del Vapore, mercoledì 19 giugno 19.30-21.30
Incontro valido per il rilascio di 1 cfp in autocertificazione

Ti potrebbe interessare