Donna moderna
In edicola

CasaFacile di luglio 2019: l’editoriale del direttore

Un giornale di arredo non è semplicemente un giornale, ma un luogo in cui riconoscersi... Ti aspettiamo in edicola dal 3 luglio 2019!

Quando abbiamo ristrutturato casa recuperando il sottotetto non immaginavamo di ricavare una camera con vista. Così ci siamo detti: perché non affittarla?

Erano gli anni in cui Airbnb era l’astro nascente degli affitti tra privati, e consisteva in ospitalità fra persone che si mettevano in gioco anche nello 'scambio umano'. Viaggiando lo usavamo spesso: a parità di costo con un bed&breakfast, gli alloggi di Airbnb offrivano il piacere di dormire in case vere, e le chiacchiere a colazione con i proprietari. Perciò mi affascinava l’idea di affittare anch’io una camera.
Amici e parenti disapprovavano: «Ma ti fidi a far entrare in casa degli sconosciuti?». Uno sconosciuto è solo qualcuno che non conosci ancora, rispondevo.

La prima volta, però, ero inquieta. Mathieu veniva dall’Olanda e dai messaggi scambiati su Airbnb sapevo solo che lavorava per Ikea e si occupava di nuovi trend; mi lasciò un fascicolo che mi è stato utilissimo per il lavoro. Io gli lasciai le chiavi di casa e sontuose colazioni per cui mio marito mi prendeva in giro («È più quel che spendi in cibo di quel che guadagni»). Fu un’offerta di fiducia senza assicurazione. Andò bene. Con Mathieu e con gli ospiti che sono seguiti, tutti legati al design e all’architettura – non so quale magia mi portasse solo persone con i miei interessi. Poteva andar male? A me non è successo, ma non credo sia stata solo fortuna.


Il mese scorso infatti mi scrive Chiara. È una lettrice di CasaFacile e da quando è nato il suo terzo figlio, per non rinunciare ai viaggi, va in vacanza con lo scambio casa; «Ma ti fidi?», le chiedo come avevano chiesto a me. «Il mondo dello ‘swap home’ è una magnifica dimostrazione di civiltà...» mi dice lei. La sua conferma non mi stupisce: ho almeno 3 spiegazioni di questo fenomeno. Chi ama le case, non può che rispettarle. Chi ama le case è così grato di curiosare in quelle degli altri che mai tradirebbe la fiducia accordatagli. Chi ama le case ama il bello, e chi ama il bello ha un animo gentile.

Oggi non riesco più a dedicarmi a Airbnb, e una cosa mi manca: le colazioni. Non erano previste né pagate, era un dare senza ricevere. Però avrei ricevuto la stessa cortesia da altri ospiti, durante i miei viaggi: uno scambio asimmetrico. E sono quelli che, nel loro piccolo, rendono il mondo migliore.

Francesca Magni, direttore
--------------------------------------------------------

 

Occhi aperti e smartphone alla mano, gira per casa alla ricerca del dettaglio perfetto in stile CF! Fotografa un angolo che consideri particolarmente riuscito. E se non ne hai ancora uno, crealo. Cerchi un’idea? Puoi ritagliare, incorniciare e ambientare la frase che trovi a pag. 174 del nuovo CasaFacile in edicola dal 3 luglio 2019.

Ti chiediamo solo di liberare la fantasia e scattare. Poi posta la tua foto su Instagram con gli hashtag#casafacilestyle e #dettaglioperfetto e tieni d’occhio il profilo @casafacile: la tua casa potrebbe essere scelta per comparire lì e... anche sulle pagine del giornale!

 

Ti potrebbe interessare