Donna moderna
Giardinaggio

In Piemonte alla scoperta dell’Aster settembrino

Sara Malaguti

Sara Malaguti  •  Flowerista

Blogger CF Style

Tra i fiori, è sicuramente l'Aster il protagonista di settembre. Da ammirare nella sua massima fioritura durante una 3 giorni di eventi all’Erbaio della Gorra, vicino a Torino.

Da lontano i fiori degli Aster (o astri) sembrano miriadi di piccole stelle: azzurre, rosa, bianche, viola, ciascuna con il suo bottoncino giallo al centro.

Sono piante erbacee perenni molto facili da coltivare sia in piena terra che in vaso, ideali quindi per abbellire terrazzi e balconi.


Disponibile in svariate centinaia di varietà, l'Aster settembrino fiorisce nel periodo dell'anno in cui la maggior parte delle piante inizia invece il ciclo di riposo. Uno spettacolo di colori da ammirare anche per toglierci di dosso un po' di quella malinconia da rientro delle vacanze tipica del mese.

Benché alcune varietà siano tradizionalmente presenti nei giardini di molte regioni del nostro paese, oggi non è sempre facile reperirli. Una soluzione allora può essere quella di visitare un vivaio che ha scelto di specializzarsi proprio nella produzione di erbacee perenni, tra cui gli Aster: l’Erbaio della Gorra, a Casalborgone, in provincia di Torino.

Già il nome stesso Erbaio evoca un’idea di giardino spontaneo in cui nascono erbe piuttosto che alberi e arbusti, dove l’apparente “disordine” e semplicità delle erbacee e graminacee è in realtà una scelta precisa di stile naturale. Valentina e Tullio, i proprietari, nelle giornate del 28-29-30 settembre apriranno le porte del vivaio per la XII edizione dell'evento gratuito “Tra stelle e spighe”.

Sarà possibile ammirare oltre 100 varietà di Aster in piena fioritura, ci saranno momenti di approfondimento sulla coltivazione dei fiori autunnali e ovviamente si potrà tornare a casa con un mazzolino dai colori sgargianti in mano. Magari da regalare ricordandoci del significato simbolico dell’Aster: amore e delicatezza.

 

Ti potrebbe interessare