Donna moderna
Mettere in ordine

10 cose da eliminare per riordinare la cucina

Il primo passo per ottenere una cucina ordinata è fare un po' di decluttering. Ecco un elenco di dieci cose che puoi eliminare subito!

La regola d'oro del riordino è che meno cose possiedi più facile è mettere e tenere in ordine la casa. E allora via libera al decluttering!

Sembra un'ovvietà, ma tra regali, campioni gratuiti, acquisti d'impulso, cambiamenti di abitudini, non c'è niente di più facile che ritrovarsi con ben più dello stretto necessario. Se sei una persona che ama cucinare, con ogni probabilità l'ambiente in cui lo fai si sarà riempito di tantissimi utensili, che magari usi molto raramente.

Ecco perché se desideri una cucina ordinata, vale la pena che tu cominci fin da ora a eliminare ciò di cui puoi fare a meno. Ecco un comodo elenco di 'soliti sospetti', ovvero di cose che di solito si accumulano in questo ambiente... quasi contro la nostra volontà!

Piccoli elettrodomestici ereditati e mai usati

Sai di cosa parliamo, vero? La zia ha comprato la macchina per il pane e non l'ha mai usata. "La vuoi?" ti ha chiesto, e tu, che hai sempre amato il profumo del pane fresco, l'hai accettata ben volentieri... poi però non l'hai mai usata, e ora la tieni nel pensile più in altro, ad occupare spazio utile.

Senza troppi rimorsi, impacchetta tutti i piccoli elettrodomestici che non usi e portali in un mercatino dell'usato, o in discarica, se sono troppo vecchi e usurati o non hanno cavi a norma.

Bicchieri e tazze sbeccati o crepati

Salvo alcuni pezzi di affezione questi esemplari di vetro e ceramica non vengono mai usati. Di solito si tengono perché completano nominalmente un servizio, ma sii onesta, serviresti il caffè a sei amiche usando un set con cinque tazzine intonse e una sbeccata?

Se la risposta è no, butta senza rimpianti.

Spugne abusate e rovinate

Intorno al lavabo della cucina prolifera una comunità semi-abusiva di spugne vecchie e rovinate e francamente orribili a vedersi, che magari conservi per pulire la pattumiera perché ti sembra inappropriato dedicarle una spugna nuova e ben conservata.

Non dobbiamo dirti quanti microbi si annidano in queste spugne d'epoca, vero? Qui trovi trucchi e consigli per un uso corretto delle spugne in cucina.
Buttale via e tieni sempre e solo un paio di spugne che sostituisci spesso. Per la pattumiera puoi sempre usare un pezzo di carta da cucina da buttare dopo l'uso.

Contenitori per alimenti di plastica

Se ne vendono tantissimi e sicuramente anche tu qualche volta ti fai prendere dall'ansia di non averne abbastanza (perché quando viene il momento di conservare un avanzo di cibo sembra che contenitori e coperchi spariscano misteriosamente... nello stesso luogo senza tempo dove vanno i calzini spaiati). La verità è che si rovinano velocemente, lasciano un odore spiacevole sugli alimenti e hanno funzioni limitate. Per esempio alcuni non vanno nel microonde, non possono essere usati nel forno, e così via.

Buttali via e sostituiscili con pochi contenitori in vetro o Pyrex selezionati con cura. Vedrai che li userai di più e sarò difficile perderli.

Menù dei takeaway vecchi

Hai presente, vero? Quelli con l'offerta "consegna gratis e una bottiglia da 1,5 litri di birra fino al 31 marzo 1998" o quelli del ristorante cinese che nel frattempo ha cambiato destinazione d'uso almeno tre volte. A parte che ormai tantissimi ristoranti hanno siti internet o aderiscono a app di distribuzione (come JustEat), ma se proprio sei affezionata ai vecchi menù cartacei fai una verifica regolare della loro validità e attualità e tienili in ordine dentro un porta-listini come quelli dei ristoranti.

Bacchette dei ristoranti cinesi e giapponesi

Altro reperto che sembra avere la proprietà soprannaturale di riprodursi. Le prime due o tre coppie le hai tenute con intenzioni onorevoli ("così quando mangiamo etnico le abbiamo già") peccato che nel frattempo tu ne abbia collezionate qualche centinaia.

Eliminale. Tutte. Oltretutto sono di bambù, quindi non inquinano.

Pacchetti di condimenti

Della stessa famiglia delle bacchette, anche i pacchetti di condimenti (soprattutto sale e zucchero) tendono a formare colonie nelle nostre dispense. Qui la soluzione è semplice e rapida: conservali in un barattolo e usali con regolarità per evitare di accumularli.

Coperchi spaiati

E se i coperchi dei contenitori per alimenti invece che scomparire nello spazio semplicemente si trasformassero in coperchi per pentole?! Perché di questi ultimi sembra sempre ce ne sia un eccesso, e nessuno adatto alle pentole che possiedi.

Basta subire questa situazione! Raccogli tutti i coperchi e confrontali con le pentole che possiedi, poi elimina tutti quelli che non ti servono e fai spazio nella dispensa.

Tessili bruciacchiati e da rammendare

Presine bruciacchiate, strofinacci ricordo del viaggio a Corfù tutti sfilacciati... sai di cosa parliamo vero? Tutte queste cose possono tranquillamente diventare stracci o andare a finire nell'imbottitura della cuccia del cane.

Posate da insalata in eccesso

Sul serio, quante volte le usi? E quante posate da insalata servono davvero? Una coppia. E basta. Tutte le altre sono un di più.

Testi

Barbara Pederzini

Foto

Mondadori Archivio

Ti potrebbe interessare