Donna moderna
Idee per la tavola

10 accessori per imbandire la tavola del brunch

Luca Fiorini

Luca Fiorini  •  Buon Brunch

Blogger CF Style

Ecco 10 cose da avere per apparecchiare il brunch a casa propria come in un vero Breakfast Restaurant!

Quando ho aperto il mio blog di cucina, dedicato al mondo dei brunch e delle prime colazioni, non sapevo che avrei trasformato la casa in una sorta di cantiere permanente per torte, frittelle e uova strapazzate o incamiciate in tutte le salse e le soluzioni.

Non ringrazierò mai abbastanza gli inventori di scansie, credenze e pareti attrezzate, senza le quali sarebbe impossibile oltrepassare la porta d’ingresso, ma confesso un certo attaccamento per tutti quegli oggetti e accessori che semplificano la vita in cucina (o che semplicemente la abbelliscono).

Ecco 10 fra i più semplici e utili al contempo, in questo mondo di plumcake e pani tostati, per imbandire una tavola da brunch fra amici. Non solo tazze e tovagliette americane, ma anche termos e portauovo, cestini da pane e coltelli spalmaburro. Scopriteli qui: 

Giramiele in legno

Piccolo, pratico e dal sapore rustico, il classico dosatore in legno di faggio è l’ideale per addolcire tè e tisane, ma anche per glassare torte e frittelle (evitando vischiose macchie). 

Cestino portapane

Croissant, crostini o fette di toast abbrustolite possono essere serviti in un capiente basket bread (proporzionato alle dimensioni del tavolo) - dai classici in vimini o canvas ai più alternativi in sughero o ferro smaltato - ma anche in simpatici sacchetti monoporzione, di carta o in fibra di cellulosa lavabile. Il risvoltabile “Sacchino B” di Essent’ial, in fibra di cellulosa anti-unto e idrorepellente, è disponibile in ben 9 colorazioni, dal caffè al bianco lino.

Piccoli contenitori

Mini ciotole, micro vasi, tegamini: i recipienti mignon sono ideali per completare e abbellire le vostre ricette. Usateli a lato piatto per accompagnare la portata principale con panna montata o frutta di stagione, salse o contorni di verdure. 

Runner

Da disporre nel lato lungo del tavolo, delimitandone il centro imbandito, o per il verso corto, descrivendo le sedute dei commensali, il runner - ricamato o con stampe; multicolor o tinta unita; di lino, seta o cotone - ingentilisce la mise en place con un fantasioso tocco décor. 

Salsiera

Dove ci sono i pancakes non può mancare lo sciroppo d’acero. Scegliete una salsiera a tema con piatti e posate - d’acciaio o di ceramica, in vetro o d’argento - e usatela per tutti i tipi di topping e guarnizioni liquide. 

Burriera

l burro è l’alimento principe del brunch, da spalmare su bagel e pane tostato o addizionare a una pila di frittelle: procuratevi una pratica burriera con coperchio e impugnatura per conservarlo in frigo e introdurlo garbatamente a tavola. 

Portauovo

Non c’è brunch che non cominci con uova bollite o alla coque, semplici da preparare e scenicissime da servire. E dei portauovo - alti o bassi; bianchi o colorati; di legno, in ceramica o pietra arenaria - c’è solo l’imbarazzo della scelta (e dei prezzi).

Thermos

Oltre a brocche e bottiglie per acqua e succhi di frutta, un thermo isolante è l’ideale per conservare alla giusta temperatura le bevande calde, dal caffè americano alle tisane speziate. Praticissimi quelli in acciaio inox con manico, che uniscono alla convenienza di un contenitore termico l’usabilità (e il design) di una teiera.

Alzata

Biscotti o salatini, muffin e mini burger: oltre ai classici vassoi da portata, procuratevi un’alzata a più piani per raggruppare al centro del tavolo un mix di leccornie dolci o salate, optando per la variante monolivello per le torte, meglio se con coperchio salva freschezza. 

Vaso portatutto

C’è sempre un buon motivo per portare in tavola un bel vaso: tradizionalmente adornato di fiori o più originalmente infittito di posate, tovaglioli o stringhe di luci decorative (nel caso di un modello trasparente), sceglietelo in base alla capienza e ai colori della vostra tavola, personalizzandola con gusto. 

Guarda anche
Idee per la tavola

Mise en place per il brunch primaverile

Testi

Luca Fiorini

Foto

Copertina di Luca Fiorini

Ti potrebbe interessare