Donna moderna
Cristina Rubinetterie

A scuola di stile con Cristina Rubinetterie

Tre progetti, tre interior blogger, tre idee: scopri come la scelta del rubinetto può fare la differenza nel definire lo stile e caratterizzare un ambiente bagno e cucina

Quando il dettaglio… diventa protagonista! Tre interior blogger di CasaFacile hanno visitato lo showroom di CRISTINA Rubinetterie nel cuore di Milano alla ricerca del “pezzo” giusto per i loro progetti (cliccando qui puoi fare un virtual tour).

Scopri le scelte di Valentina,di Gucki e dei Ginger.tall.

La casa stile loft

Simone e Serena (Ginger.Tall) sono attualmente impegnati nel progetto per una moderna abitazione indipendente alle porte di Milano. Per la rubinetteria del bagno hanno scelto la serie East Side di CRISTINA Rubinetterie che si ispira alla cultura americana dei loft newyorkesi.

"Di questa serie ci ha colpito l’estrema purezza e contemporaneità, associate ad un carattere minimal-industrial che rende omaggio ad uno stile intramontabile e, proprio recentemente, tornato in auge. Questo è senza dubbio il prodotto di CRISTINA Rubinetterie che meglio dialoga con il concept progettuale per questa abitazione del carattere moderno e anticonvenzionale. Materiali della tradizione in forme rivisitate, superfici sensoriali come rivestimenti ed elementi dal carattere innovativo. East Side è una collezione dove le finiture, sia cromatiche che materiche, sono parte integrante del progetto stesso. La godronatura, in particolare, risulta essere non solo scelta funzionale ma esperienza fisica, diretta, quasi cruda nella sua essenzialità. East Side by angelettiruzza design ha vinto l'Archiproducts Design Awards 2020".

"Abbiamo scelto East Side nella sua finitura 'Nero Opaco' che dialoga perfettamente, e al tempo stesso si scontra, con lo Stone Parquet e il Plissè, rispettivamente a pavimento e a parete, in marmo bianco di Carrara di Salvatori. Il mobile lavabo in legno di noce e lo specchio rotondo (⌀110cm) sono entrambi elementi realizzati su misura. Completa l’arredo una Lampe De Marseille (Nemo Lighting) dalla finitura grigia opaca. Pochi e semplici elementi in questo bagno dallo stile minimal, ed industrial allo stesso tempo".

Un casale in Toscana

Un meraviglioso casale sulle colline Toscane, tanti ricordi felici di estati passate in famiglia, ma anche la necessità di renderlo più moderno e funzionale. Alessandra (Gucki) è partita dalla cucina per la quale ha scelto il miscelatore della serie CRIKE462 nella finitura oro rosa lucido PVD di CRISTINA Rubinetterie.

“Con la mia amica Maddalena, proprietaria del casale, abbiamo deciso di procedere per step, partendo dalla cucina: il vero cuore della casa. Questo spazio si affaccia su una meravigliosa veranda e diventa 'salotto' e 'sala da pranzo' durante la stagione estiva. Manterremo il lavello di pietra della nonna, ma per il miscelatore abbiamo scelto CRIKE462 nella finitura oro rosa lucido con trattamento PVD (Physical Vapour Depositation). Questa scelta rappresenta l’intero spirito del restyling del casale: un mix tra arredi esistenti e soluzioni smart, moderne e funzionali. Un restyling che celebri la storia di questa casa insieme alle esigenze di una famiglia moderna.
Ecco un consiglio per evitare gli schizzi quando scegliete un nuovo rubinetto: è importante cercare di far cadere l’acqua verso il centro del lavello! La vera differenza sta poi nel rubinetto che fa fuoriuscire l’acqua in modo differente a seconda che abbia il rompigetto o l’aeratore: la presenza di uno dei due ‘correttori di flusso’ restringe il cono di impatto dell’acqua sulla superficie del lavello.
L'atmosfera è poi resa unica accostando i giusti complementi come il set di contenitori in porcellana e legno di acacia Essentials con vassoio (Ladelle), la coppetta in porcellana con manici e profilo nero (Coincasa), il tagliere in legno di teak (HK Living), il set di tre tazze da tè Addison realizzate a mano in gres (Bloomingville), le tovagliette in bambù naturale (House Doctor), il servizio da 24 pezzi monoblocco Linear in acciaio inox dorato (Sambonet) e i bicchieri in ceramica con decoro floreale a rilievo (&Klevering). Non possono mancare i tessili come i tovaglioli in lino (Leif Shop), la tovaglia rigata in puro lino (Summerill&Bishop) e la tenda in lino con laccetti (Magic Linen). Per finire, il piatto fondo in gres grigio chiaro e bordo a contrasto (Maisons du Monde), i barattoli porta zucchero e caffè Jeanne in vetro con tappo a vite (La Redoute) e il vassoio in bambù Vårfint (Ikea)".

L’eleganza dei primi del ‘900.

La nostra blogger Valentina Romano sta curando gli interni di un appartamento milanese degli anni ‘30 e per il bagno ha scelto la serie Italy di CRISTINA Rubinetterie (design Busetti Garuti Redaelli) che reinterpreta gli stilemi classici dei primi del Novecento.

“Nel progetto sto giocando sui contrasti tra gli elementi architettonici presenti nell'appartamento – gli stucchi dei soffitti e le modanature delle porte originali – e i nuovi pattern dal carattere geometrico e rigoroso.
Mi sono lasciata ispirare dall'elegantissimo taglio della manopola di Italy (simile a quello di una pietra preziosa) che definisce anche la sezione del corpo del rubinetto. Ho optato per un miscelatore lavabo monocomando progressivo in finitura cromo nero spazzolato, con manopola in marmo marquinia lucido. La serie Italy offre una varietà di finiture e molte combinazioni possibili tra metalli dell'erogatore e pietre e marmi delle manopole.
La stessa razionalità del disegno del rubinetto, ho cercato di portarla su pareti e pavimento. Le piastrelle bianche Biscuit Peak di 41zero42 posate in verticale, sono una reinterpretazione contemporanea delle più classiche "subway tiles", diffusissime nei bagni dei primi del secolo scorso; invece il disegno geometrico del pavimento (Marazzi, collezione D_Segni Blend) rievoca quello delle classiche cementine anni trenta. Come top del mobile lavabo ho scelto una lastra ceramica effetto marmo (Casalgrande Padana, collezione Marmoker), rievocazione contemporanea dei bagni di Piero Portaluppi.
Per gli arredi ho privilegiato semplicità e linearità delle forme, e superfici texturizzate come quelle delle ante in vetro cannettato dell'armadietto Haze di Ferm Living, e del diffusore dell'applique Maristella di FontanaArte.
Il lavabo da appoggio Smart B di Galassia e lo specchio Nimbus di Menu si differenziano invece per la loro forma più morbida. Completano il mood il set asciugamani Lipe di Society Limonta con lavorazione a nido d'ape e la candela profumata di Fornasetti dal contenitore con l'iconico volto femminile, bellezza tipica dei primi del ‘900.”

 

 

A scuola di stile con Cristina Rubinetterie
La moodboard della interior blogger Valentina Romano per un appartamento dei primi del '900: il protagonista è la serie Italy di CRISTINA Rubinetterie design Busetti Garuti Redaelli (nella moodboard in versione cromo nero spazzolato con maniglia in marmo marquinia lucido)