Donna moderna
Cucina

Cucina: soluzioni ad assetto variabile

Soluzioni ad assetto variabile capaci, in poche mosse, di svelare utilissimi spazi o funzioni che si adattano a più usi.

Trascorrendo più ore in casa abbiamo sperimentato nuovi ruoli in cucina, passando in un attimo da smartworkers o studenti a panificatori o hobbisti... con la necessità di soluzioni d’arredo flessibili e dinamiche, adattabili a più usi e pronti a ‘muoversi’ per cambiare funzione o fornire uno spazio in più per assecondare l’esigenza del momento.

L’idea da copiare

Se non ami le piastrelle, proteggi la parete con pittura a smalto, resina o un pannello in multistrato rivestito con ecocemento (sono tutti materiali lavabili).

Spazi a sorpresa multiuso

Per chi è in cerca di soluzioni flessibili, non c’è niente di meglio dei sistemi estraibili e allungabili, meglio ancora se si possono chiudere in un armadio, come in Maestrale. Pensati come piani di lavoro in più (per basi da cm 60, 90 e 120), diventano scrivania per i compiti o postazione studio, attrezzabili con una barra elettrificata con prese e luce.

La zona operativa

La soluzione è una zona operativa centrale più profonda – cm 90 – rispetto ai pensili (allineati alle colonne): cucinare è più easy e lo spazio contenitivo è praticamente doppio.

L’armadio magico

L'armadio nasconde una zona lavoro-studio attrezzata con piano in acciaio estraibile con profondità da 50,1 a 95,1 cm, da utilizzare a piacimento. È completo di illuminazione Led, presa usb e Schuko, più elementi che si possono anche ‘staccare’ come tagliere, mattarello e portaspezie.

Soluzioni dinamiche

Utili per utilizzare i vari elementi della cucina, in base al momento della giornata. In Ego Line, i ripiani-vassoio tra basi e pensili si staccano per essere portati in tavola: puoi tenerci i condimenti o i prodotti per la colazione, così come quaderni e matite, che rimarranno sempre in ordine e pronti per i compiti.

Ti potrebbe interessare