Donna moderna
Consigli e soluzioni

Come rianimare le piante quando fa troppo caldo

Afa e sole torrido possono provocare nelle piante in vaso una vera e propria disidratazione! Se le foglie appaiono flosce e avvizzite, tenta una rianimazione! Come? Segui i nostri consigli

Con il caldo e la siccità in estate può capitare di trovare le piante in vaso afflosciate e disidratate. Come noi soffrono i colpi di calura eccessivi! Cosa fare? Non ci sono ricette miracolose… ma è possibile tentare una “rianimazione” prima che si verifichi il vero danno tissutale.
 
Prova a seguire con cura questi suggerimenti:

. Le radici devono essere reidratate in modo che possano fornire acqua al fogliame, quindi va sollevata la zolla dal vaso per esaminare le radici (se sono ancora turgide si può tentare il salvataggio).
. Quando non si annaffiano per diversi giorni di solito il terreno diventa molto duro, compatto e staccato dalle pareti del vaso. Non serve a nulla fare una frettolosa doccia con l’acqua che scivolerebbe lungo le pareti del vaso senza penetrare nella zolla. Serve reidratarle con molta pazienza!
. Con un bastoncino appuntito fora il terriccio, come per dissodarlo, senza danneggiare la pianta.
. Immergi la pianta con il suo vaso in un catino, in modo che il contenitore venga totalmente sommerso dall’acqua a temperatura ambiente (… non fredda) oltre il suo bordo.
. Se necessario, blocca il vaso con un sasso in modo da evitare che galleggi e si ribalti.
. Lascia la pianta in acqua almeno per un’ora.
. Quando la estrai dalla bacinella, lascia scorrere via l’acqua in eccesso.
. Elimina con una forbice disinfettata le parti secche (rami, foglie e fiori) e nebulizza con cura la chioma verde rimasta con acqua distillata, piovana o raccolta dal condizionatore.
. Dopo questo trattamento, posiziona la pianta in un luogo fresco e ombreggiato e… aspetta che si rianimi!!

Buon Giardinaggio!
Testi

Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare