Donna moderna
Pulire casa

Come pulire le porcellane vintage

Devi lavare il servizio di piatti decorati della nonna o il vaso in porcellana comprato al mercatino? Ecco i consigli per smacchiare senza rovinare

Chi non si è mai trovata alle prese con quelle antiestetiche macchie che aggrediscono i vecchi servizi da tavola in porcellana? Se poi sono antichi e delicati non possono andare in lavapiatti. Scopri come lavarle senza fare danni…

Non usare la lavastoviglie

  • Se ti viene il dubbio che non possano resistere alle alte temperature e ai detergenti, ti consigliamo il lavaggio a mano con detergenti naturali a pH neutro. Dimentica la candeggina e i saponi in crema!
  • Hanno delle decorazioni in oro zecchino? Il lavaggio in lavastoviglie tende ad annerire l’oro. Lavale a mano.
  • Per il lavaggio utilizza l’acqua tiepida ed evita gli sbalzi di temperatura: le crepe sono in agguato!
  • Usa una spugna morbida antigraffio e strofina nei punti critici con molta delicatezza.   

Come togliere le macchie con il sale

  • Un rimedio molto efficace per eliminare l'ingiallimento della porcellana è l'uso del comune sale fino da cucina: inumidisci il sale fino con un po' di acqua fredda e passalo sulla superficie con un batuffolo di cotone, strofinando delicatamente.

    L'attrezzo segreto? Un pennello morbido

  • Se ci sono dei trafori o decori in rilievo particolarmente impolverati, durante il lavaggio con il sale, usa un pennello a setole morbide. Pulisci, facendo delle piccole rotazioni circolari.

Come asciugare la porcellana

  • Dopo il lavaggio, asciuga subito le porcellane con un canovaccio in cotone e poi, per disperdere l’umidità, tienile su un telo per qualche ora.

Attenzione ai colori e alle macchie di tè

  • I piatti inglesi di fine ‘800 hanno colori poco stabili. Fai attenzione quando li lavi in particolare ai verdi e blu potrebbero sbiadire. Fai prima una prova sul retro del piatto.
  • Il tè lascia delle macchie antiestetiche. Per pulire tazze e teiere, un buon metodo è quello di lasciarle immerse in acqua calda (non bollente) per tutta la notte. Poi lava con il comune bicarbonato di sodio insistendo nei punti critici.

Come proteggere i vasi antichi

  • Se hai dei vasi antichi, quando li usi, prevedi di inserire all’interno un bicchiere o barattolo che contenga l’acqua per i fiori. Ci potrebbero essere delle crepe e il contatto prolungato dell'acqua con la porcellana è sconsigliato.
  • Quando togli i fiori appassiti, per eliminare i batteri, immergi il vaso in un recipiente con una soluzione di acqua e un cucchiaio di aceto bianco per almeno un’ora.
Testi

Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare