Donna moderna

5 domande da porsi quando si ristruttura

5 domande da porsi per iniziare la ristrutturazione al meglio e con le idee chiare.

Hai comprato la casa dei tuoi sogni, piena di luce, nel quartiere che volevi, è finalmente tua ma…
È tutto da ristrutturare!
E ora? Da dove iniziare?

La tua casa che ti è sempre piaciuta ultimamente, dopo tanti anni, ti ha stancato?

Cosa vuoi cambiare? Cosa bisogna fare?

Quando incontro i miei clienti per la prima volta e cerco di farmi raccontare come vorrebbero la loro casa, li vedo spesso disorientati, ed è del tutto normale!

Keep calm

La ristrutturazione non è un percorso semplice, ci sono tante decisioni da prendere, tante alternative, e diciamocelo, anche tante spese! Ristrutturare richiede sicuramente molte energie.
La prima domanda da porsi quindi è: sono pronto? Se sei in un periodo stressante ristrutturare potrebbe diventare un incubo!

Una volta che hai capito che sei pronto e carico ecco una lista di domande che ti aiuteranno ad avere le idee chiare prima di iniziare i lavori!

1.Quale è l’aspetto che più mi piace di casa?

In ogni casa, da quella che hai appena comprato a quella dove hai sempre abitato, c’è qualcosa che ti ha colpito a primo sguardo, a cui sei legato. Può essere di qualsiasi tipo: dal “modo in cui entra la luce dell’alba la mattina” al “sottoscala dove ti nascondevi quando giocavi a nascondino da piccola”. La tua casa racconta chi sei e cosa ti piace; ristrutturare è l’occasione per dargli risalto.

2.Quale è il mio ambiente preferito della casa?

Non vedo l’ora di tornare a casa per… sdraiarmi sul divano e guardarmi la mia serie preferita oppure Non vedo l’ora di tornare a casa per… mettermi nel mio studio a dipingere! Quale è il luogo dove dare spazio alle nostre passioni se non la nostra casa? Spiegare al vostro architetto quale è il vostro ambiente preferito, quanto tempo ci passate e cosa vi serve lo aiuterà a capire come modulare la casa e come dividere lo spazio. Se adori cucinare ti servirà una cucina grandissima piena di piani di appoggio e ripiani per riporre tutti i tuoi ingredienti, se invece il tuo hobby preferito è girare per la città e scoprire tutte le nuove aperture dei ristoranti allora la tua cucina sarà più compatta e pratica.
Insomma la casa si costruisce sui tuoi bisogni (oltre che su una buona base di cemento armato).

3.Cosa manca alla mia casa che deve essere per forza aggiunto?

Quando si ripensa la casa in modo intelligente, bisogna pensare sia a quali spazi mantenere ma anche a quali aggiungere! Se siete una coppia e avete l’intenzione di allargare la famiglia, anche non nell’immediato, dovrete già pensare a quali ambienti aggiuntivi vi occorreranno, se tra i tuoi prodotti per la skine-care e i suoi dopobarba non entrate più in un bagno, si può pensare di crearne un altro. Le case non proprio moderne spesso hanno una disposizione che non sfrutta a pieno lo spazio, prendiamo come esempio la cucina, nei decenni scorsi il concetto di "openspace" non era neanche preso in considerazione, invece ora è sicuramente un must.
Con l’aiuto del tuo architetto e riposizionando alcune pareti potresti ritrovarti con parecchio spazio in più da utilizzare per le tue esigenze.

Ristrutturare è l'occasione giusta per sognare, se non ora quando? Ovviamente sempre tenendo i piedi per terra ma perché non concedersi qualche vizio? Hai sempre sognato di tornare a casa dopo una lunga giornata di lavoro e sprofondare in una bella vasca? Per non parlare del sogno di ogni donna: una cabina armadio, magari nella tua nuova casa c’è spazio anche per farti qualche concessione.

4.A casa posso… invitare amici e stare insieme o finalmente rilassarmi?

Prima di iniziare a progettare la nuova dimora spiegare come utilizziamo la casa al nostro architetto può aiutarlo a capire meglio come costruire gli ambienti, io faccio sempre questa domanda ai miei clienti. È una casa da mostrare? sempre pronta ad ospitare cene ed eventi, caratterizzata da un costante via vai o è un nido, in cui ricaricarsi e passare del tempo di qualità con noi stessi? Non c’è una risposta giusta o sbagliata, anzi si può tranquillamente rispondere "entrambi". Come architetto sento che il mio compito è costruire un progetto sartoriale cucito sui miei clienti, non solo sulla loro personalità e su cosa gli piace fare, ma anche su come gli piace vivere la casa e come si immaginano in quelle mura nei prossimi anni.

5.Last but not least…. Quanto voglio spendere?

Bello sognare, bello immaginarsi un pavimento in marmo lucidissimo ma… chi paga? Prima di iniziare a fantasticare sulla casa dei propri sogni è importante essere pragmatici e onesti su quanto possiamo e vogliamo spendere.

Una volta deciso un budget massimo poi possiamo iniziare a costruire passo dopo passo la casa su misura per noi e per il nostro portafoglio! É importante fissare un budget prima di iniziare per evitare di crearsi poi delle aspettative irrealistiche e ritrovarsi con delle brutte sorprese a fine lavori. Insomma deve essere la casa dei nostri sogni non diventare un incubo!

Non c’è bisogno di spendere un patrimonio per avere una casa di design, il compito dell’architetto è proprio quello di trovare la soluzione giusta in ogni contesto, l’atmosfera della nostra casa non è data da un lussuoso pavimento o dai mobili di serie limitata, è data dalle persone che la vivono e dai ricordi che si creano al suo interno, la nostra casa siamo noi, ed è bello per questo.

Insomma hai saputo rispondere in maniera decisa a tutte le domande? Ti senti pronto per iniziare questo avventuroso viaggio verso la tua nuova casa? Ottimo! Cerca un architetto e inizia a fantasticare sullo stile che più ti piace e rappresenta e non dimenticare di accogliere con entusiasmo il cambiamento!