Donna moderna
News

Cristina Celestino: il divano come luogo

La designer Cristina Celestino racconta come è nato Gala, il nuovo sistema di sedute Saba.

Gala è il nuovo sistema di sedute di Saba Italia firmato da Cristina Celestino, che inaugura così la collaborazione con il brand italiano. Il progetto risponde al desiderio di investigare il divano come luogo e non solo come mero prodotto funzionale, oltre alla volontà di smaterializzare il concetto stesso di living tradizionale e di realizzare un divano dalla forte componente progettuale iconografica. 

Come nasce Gala?

L’attitudine contemporanea a vivere gli spazi in modo più libero riflette il concetto di ‘forma flessibile’ che è alla base dell’abitare di Saba Italia. Quella stessa flessibilità che si trovava, per esempio, nei divani e nei living all’avanguardia negli Anni ’70. Oggi la pandemia ha portato al centro del progetto questo tema. Nel caso di Gala, la flessibilità è parte del concept stesso, ne è il valore fondante.

Dove hai trovato l’ispirazione per ‘rompere’ la linea dello schienale e dare profondità alla seduta?

Avevo raccolto molto materiale fotografico sia di interni sia di suggestioni dal campo della moda e dell’arte: da Roberta di Camerino a Pierre Cardin e André Courrèges. Volevo lavorare sul tema del plissé ma in modo non decorativo, volevo renderlo struttura. Da qui l’intuizione, in uno schizzo, di rendere il plissé lo schienale dell’imbottito. 

 

Gala, il nuovo sistema di sedute di Saba Italia sarà disponibile da giugno 2021.