Donna moderna
In edicola

CasaFacile di gennaio 2021: l’editoriale del direttore

Un giornale di arredo non è semplicemente un giornale, ma un luogo in cui riconoscersi... Ti aspettiamo in edicola dal 2 gennaio 2021!

C’è un tema che gode di grande successo e di cui io invece parlo poco e malvolentieri: il riordino. «Per forza, tu l’ordine non sai cosa sia!», dice mio marito che non perde occasione per questa polemica. Per lui essere ordinati vuol dire eliminare tutto ciò che non si utilizza con regolarità. Io credo ci siano  diversi criteri di riordino e quella parola inglese oggi in voga, DeclutterIing, sgomberare, mi lascia perplessa. Intendiamoci: non sono un’accumulatrice seriale, mi piace ‘viaggiare leggera’ sia in senso letterale sia metaforico; come dice la sempre citata Volpe del Piccolo Principe, l’essenziale è invisibile agli occhi. Però l’Essenziale talvolta torna ‘visibile’ proprio attraverso gli oggetti...

Mi è stato chiaro aprendo il cassetto con sciarpe e foulard che un tempo usavo quotidianamente e oggi di rado, ma che riordino spesso, arrotolando e disponendo per colore in un esercizio quasi zen. Se la memoria appanna i ricordi, certi oggetti ce li fanno riprovare intatti: per ogni sciarpa tanti momenti. Piegarle e contemplarle è come fare manutenzione degli anni e delle fasi della vita, accogliere amori e rimorsi, quello di cui andiamo fieri e quel che vorremmo non avere vissuto. Un cassetto di sé: inutile, in senso stretto, essenziale per la Volpe.

Tuttavia quel tema del riordino non si può aggirare, specie in case che da mesi, e probabilmente sempre di più in futuro, abitiamo per tempi lunghi e intensi. Ikea che ha lanciato il Movimento di liberazione degli Spazi sintetizza così: la casa deve essere ‘fabbrica’ (organizzata per rendere facili le funzioni necessarie) e ‘museo’ (deve mostrare chi siamo attraverso i nostri oggetti del cuore). Io le chiamo ‘le due gambe dell’utile’: utile è ciò che serve per fare qualcosa e ciò che serve per stare bene.

Allora Decluttering diventa, secondo me, ‘Pre- cluttering’, cioè pensarci prima. Comprare cose a cui diamo valore e che ci dicono davvero qualcosa. Non è questione di prezzo ma di scelta: valore può essere il made in Italy o al contrario un oggetto che racconta di altri Paesi, il fatto a mano, il design (anche democratico), la cosa nata da una start-up o l’invenzione della grande azienda, un oggetto sognato da tempo o qualcosa di basico che non avevamo. Pre clutterIng è comprare non per rIempIrsI, ma per amare.

 

-------------

Occhi aperti e smartphone alla mano, gira per casa alla ricerca del dettaglio perfetto in stile CF! Fotografa un angolo che consideri particolarmente riuscito. E se non ne hai ancora uno, crealo. Cerchi un’idea? Puoi ritagliare, incorniciare e ambientare la frase che trovi a pag. 158 del nuovo CasaFacile in edicola dal 2 gennaio 2021!

Ti chiediamo solo di liberare la fantasia e scattare. Poi posta la tua foto su Instagram con gli hashtag #casafacilestyle e #dettaglioperfetto e tieni d’occhio il profilo @casafacile: la tua casa potrebbe essere scelta per comparire lì e... anche sulle pagine del giornale.