Donna moderna
Decorare

Decorare le sedie vintage con scritte tipografiche

Francesco Bonini

Francesco Bonini  •  Cijecam

Blogger CF Style

Un semplice fai-da-te per dare alla nostra simpatica sedia vintage il...dono della parola!

Ecco una confessione... che potrà risultare sconvolgente. Ma è la pura e semplice verità e prima o poi doveva venire a galla: le mie doti artistiche in senso stretto sono davvero scarsissime! Sì, se si tratta di impugnare una matita, una penna o addirittura un pennello la cui setola abbia una dimensione inferiore alle due dita la situazione si fa drammatica!
Se durante un sopralluogo capita di dover fare uno schizzo ad un cliente per cercare di fargli visualizzare la mia idea beh, nel momento stesso in cui stappo la penna so già che quel cliente sarà perso. Ancora peggio se si tratta di apporre la mia firma su un documento: come provo a tracciare la "effe" e la "erre" del mio nome, già vedo la denuncia per falso in atto pubblico che si materializza.

Saranno anni di seghetto alternativo, martelli, levigatrici, vibrazioni, posizioni scomode. Sarà la totale assenza di predisposizione genetica (eppure il babbo dipinge, la mamma era abile nel disegno, il nonno scolpiva il legno etc etc...), ma questo è: non so disegnare e la mia calligrafia è pessima!

Ma c'è una soluzione a tutto! E nel caso di questo tutorial per decorare la classicissima ed adorabilissima sedia da osteria la soluzione si chiama: stampante, carta, forbici, colla e pennello (a setola rigorosamente dai 40mm in su!)

L'ispirazione l'ho avuta da veri capolavori che si vedono in rete, firmati da artisti che trasformano le nostre amate sedie in vere e proprie opere d'arte, utilizzandole come tele per le rappresentazioni grafiche più disparate. Ed ho pensato che sarebbe stato divertente dare la possibilità alle nostre sedute di "parlare" per lanciare dei messaggi. E allora subito al lavoro!

Occorrente

  • un metro
  • pc e stampante
  • una sedia
  • carta
  • forbici
  • colla spray o colla vinilica
  • pennello
  • vernice trasparente

Procedimento

  1. Inizia misurando le superfici della sedia che vuoi 'far parlare' (io ho optato per seduta e schienale): prendi l'ingombro massimo che hai a disposizione e riportalo come area di stampa sul foglio di lavoro al pc.
  2. A questo punto, tastiera alla mano, sbizzarrisciti scegliendo font, colori e frasi da scrivere (o, perché no, motivi e grafiche). Io, avendo optato per una sedia total white, ho scelto di usare un semplice testo nero per lanciare un po' di messaggi dissacranti sul mondo del design e del do it yourself.
  3. Pronto il file procedi alla stampa: se vuoi un consiglio in più vai in copisteria e fai stampare al plotter un foglio che copra l'intera superficie della sedia... si eviterà così l'effetto decoupage (orrore!)
  4. Stampa alla mano sagoma il foglio sulla seduta (o lo schienale) della sedia, scontorna con le forbici l'eccesso di carta e procedi a spruzzare in maniera omogenea ed abbondante la colla sul retro. Se usi il vinavil presta attenzione a stendere bene la colla non diluita, in modo da evitare antiestetiche increspature della carta.
  5. Lascia asciugare ed il giorno successivo stendi un paio di mani di trasparente: orgoglioso del risultato?!

(Ah, se Michelangelo avesse avuto questa idea prima di lanciare quel martello!!)

Testi

Francesco Bonini

Foto

Francesco Bonini

Ti potrebbe interessare