Donna moderna
Fila

Come eliminare definitivamente gli aloni dal pavimento

Mariana Bettinelli

Mariana Bettinelli  •  Interior Notes

Blogger CF Style

Il grès sembra sporco e opaco nonostante i tuoi sforzi quotidiani? Basterà cambiare la tua routine di pulizia usando prodotti specifici ed efficaci!

Il living è diventato ormai luogo di lavoro per smart-worker, spesso condiviso con gli altri familiari (anche i più piccoli... e gli amici a quattro zampe!). Io appoggio per terra anche gli oggetti per fotografare le mie moodboard flat-lay e quindi sono ancora più attenta all’igiene del pavimento: pulire la ceramica con prodotti a base di candeggina mi pareva una soluzione ottimale a prova di batteri, invece spesso il grès si riempie di aloni e sembra sempre... unto! C’è un modo per rimediare?

Cara Mariana, per quanto possa sembrarti strano, all’origine degli aloni c’è proprio la tua routine di 'igienizzazione'... perché lo sporco che non viene rimosso da prodotti come candeggina o alcol (che eliminano germi e batteri, ma non sgrassano) rimane sulla superficie e noi lo vediamo sotto forma di aloni, macchie e impronte. Senza contare che alcuni prodotti igienizzanti sono aggressivi e non rispettano le superfici, oltre a risultare irritanti. Io ti consiglio di usare i prodotti specifici di FILA Solutions: prima riporterai il tuo grès al suo originale splendore e poi scoprirai una nuova routine di manutenzione più semplice ed efficace, nel pieno rispetto della salute di persone e animali... e anche dell’ambiente! (Paolo Manca, esperto CF)

COME NASCONO GLI ALONI SUL PAVIMENTO?

Per capirlo bisogna indagare su due fronti. Il primo riguarda la pulizia da 'cantiere': se dopo la posa di un pavimento in ceramica o in grès porcellanato non si effettua subito una pulizia con un disincrostante ad hoc capace di eliminare ogni traccia residua di cemento, malta, collanti e stucchi per fughe, questi residui possono creare un film superficiale che, trattenendo lo sporco, crea aloni difficili da rimuovere. Il secondo aspetto su cui indagare riguarda la manutenzione ordinaria: se i pavimenti vengono puliti solo con acqua o con prodotti inappropriati (come candeggina, ammoniaca e detergenti ricchi di sostanze brillantanti e saponose) sulla superficie può crearsi una patina di residui che trattengono sempre più sporco provocando aloni, macchie e impronte. Spesso te ne accorgi quando una bibita cade sul pavimento... Scopri come rimediare!

1 RIMUOVI OGNI TRACCIA

Ti serve un detergente disincrostante acido super-efficace come EASYDEK, in grado di eliminare i residui da cantiere e ideale per rimuovere gli antiestetici aloni dovuti alla stratificazione dello sporco causata da una manutenzione errata.

Vuoi scoprire se sul pavimento ci sono residui e verificarne la resistenza agli acidi (generalmente i materiali ceramici lo sono)? Effettua questo test su una piccola area del pavimento: applica EASYDEK diluendone 1 litro ogni 5 litri d’acqua e distribuiscilo con una spugna abrasiva (tipo Scotch Brite bianco/ verde). Attendi qualche minuto e strofina con la stessa spugna. Rimuovi il residuo del lavaggio con carta assorbente e risciacqua abbondantemente. Se alla fine noti che l’area circoscritta ha riacquistato il suo aspetto originale, vuol dire che c’erano dei residui... e conviene quindi eseguire il lavaggio su tutta la superficie, secondo le indicazioni riportate sull’etichetta.

2. NUOVA ROUTINE DI PULIZIA

Ora che non ci sono più residui e aloni, puoi iniziare una corretta manutenzione ordinaria del pavimento. Prima pulisci, poi igienizzi.

PER MANTENERE PULITO IL PAVIMENTO c’è EASYWASH, il detergente delicato a pH neutro che, grazie alla sua formulazione a base di tensioattivi specifici, ti permette di ottenere un pulito impeccabile senza aggredire la superficie né lasciare residui. Puoi usarlo sul grès porcellanato ma anche su marmo, parquet, laminati, cotto, lineoleum. PVC, LVT e resine. Per pulire il pavimento basta utilizzare 3 tappini di prodotto (sono circa 25 ml) ogni 5 litri d’acqua, senza bisogno di risciacquare.

PER IGIENIZZARE IL PAVIMENTO DA GERMI E BATTERI basta passare SANIFAST, il detergente ad azione igienizzante adatto per l’igiene quotidiana di tutte le superfici di casa, anche quelle più delicate e sensibili dei marmi lucidi e delle pietre naturali. Sicuro anche per ambienti in cui vivono bimbi e amici a quattro zampe, ha una formula concentrata anti-odore e un delicato profumo all’essenza di limone. Basta diluirne 50 ml ogni 5 litri d’acqua e passarlo sulle superfici con un panno in microfibra, senza risciacquare. Puoi usarlo (senza diluirlo) anche per i sanitari.

PER LE PICCOLE SUPERFICI... è perfetto l’ecoigienizzante spray RAPIDSAN che pulisce, igienizza e deodora senza lasciare residui. Pensato principalmente per i piani di lavoro in cucina, i top in bagno, scrivanie, tavoli e sedie, è perfetto anche per maniglie, telefoni, telecomandi, tastiere, mouse, giocattoli... Contiene una giusta concentrazione di alcol e di Tea Tree Oil, un’essenza naturale battericida.

E PER PROTEGGERE LE SUPERFICI PIÙ ASSORBENTI come per esempio le fughe cementizie dei pavimenti, ci sono specifici trattamenti antimacchia idro e oleo repellenti di FILA Solutions.