Donna moderna
Arredare

5 consigli per la fotografia d’interni

Deborah Della Penna

Deborah Della Penna  •  More Time Studio

Blogger CF Style

Partiamo dal principio: perché si fotografano gli interni? Principalmente per promuovere un immobile sul mercato, un hotel o una ristrutturazione curata da uno studio di architettura.

Oltre questo, molte persone vogliono fotografare gli interni per semplice piacere personale (si, c’è chi mi chiede uno shooting della propria casa solo per il piacere di avere delle foto professionali da guardare o mostrare agli amici).

La fotografia d’interni serve a valorizzare principalmente due elementi: la luce e lo spazio, sia il volume che l’ambiente specifico. Per ottenere dei risultati soddisfacenti sia per l’aspetto visivo che per quello commerciale, è necessario valorizzare al massimo questi due elementi.

Ecco quindi cosa non puoi assolutamente trascurare se hai deciso di fotografare gli interni della tua casa.

 

  1. Apri tende e persiane per consentire alla luce naturale di inondare gli ambienti;
  2. Un letto in ordine e la scelta di un copriletto chiaro enfatizzerà la luminosità della camera da letto;
  3. Ordina o metti da parte gli oggetti che creano confusione;
  4. Niente stoviglie o alimenti in bella vista;
  5. In bagno, abbassa il coperchio del water, sposta gli accappatoi e tutti gli oggetti presenti vicino al lavabo o nella doccia.

Ovviamente non dimenticare di scattare in orizzontale.
Perché? Beh, i nostri occhi non percepiscono l'immagine nella sua interezza e la parte che manca viene ricostruita deducendola da ciò che si vede intorno. Questo perchè la nostra visuale è strutturata in senso orizzontale. Schermi TV, pc e macchine fotografiche sono pensate per riprodurre o catturare le immagini in orizzontale, sfruttando pienamente i 180 gradi che la natura ci ha messo a disposizione. Più l'immagine "respira", più l’occhio riuscirà a muoversi al suo interno per capirne l’intera composizione.


Ora non ti resta che provare a seguire questi cinque consigli. Noterai già la differenza!

Testi

Deborah della Penna

Foto

More Time Studio

Ti potrebbe interessare