Donna moderna
News

Arredare a colori: le novità di Novamobili presentate alla Fiera IMM di Colonia

Scopri con noi la nuova collezione giorno di Novamobili caratterizzata da legni, colore, texture e nuovi abbinamenti cromatici

Modularità, flessibilità e trasversalità sono le linee guida che caratterizzano da sempre il design di Novamobili che all'ultima Fiera di Colonia ha presentato il versatile sistema di scaffalature Pontile, firmato direttamente dal designer Philippe Nigro e la nuova collezione di arredi per la zona giorno caratterizzata da una nuova ricerca su tessuti, materiali e gli accostamenti cromatici: il focus principale di questa collezione è dunque il colore!

I nuovi prodotti:

  • Pontile: è un nuovo sistema di scaffalatura modulare e decisamente flessibile nelle sue possibili composizioni disegnato dal designer Philippe Nigro. Si può adattare alle varie situazioni spaziali, diventando una soluzione capace di offrire differenti tipi di contenimento nei vari ambienti: dallo studio, alla cucina, dal soggiorno alla camera da letto.

  • Velvet è la poltrona disegnata da Matteo Zorzenoni. È rialzata da piedini realizzati in fusione di alluminio e si presenta come una sorta di morbido monoblocco dalle accoglienti forme organiche.

  • Sunny è il tavolo disegnato dal duo creativo Zaven, essenziale e luminoso con il piano sostenuto da tre gambe metalliche. Il piano può essere in eco malta, in laccato opaco, rovere brown o naturale, la base è in laccato metal brunito o in laccato opaco.

  • Madia Float progettata dallo studio Zaven, gioca sul concetto di contenitore e sostegno. Esiste in tre varianti — quadrata, rettangolare alta e rettangolare bassa a due, tre o quattro ante — e in tutti i colori laccati opachi.

  • Il tavolo Torii di Matteo Zorzenoni riprende nel design la forma dell’antico portale d’accesso dei templi giapponesi. Presentato in raffinati abbinamenti materico-cromatici può essere utilizzato in svariate ambientazioni.

  • La poltrona Origin disegnata da Makoto Kawamoto si ispira alle donne, per le forme sinuose ma anche per la capacità tutta femminile di cambiare e combinarsi in modo differente, rivestendosi di colori, tessuti e trame che esaltano i volumi e le linee.

  • Il tavolo Hanami disegnato da Matteo Zorzenoni è caratterizzato da linee fluide e attenzione ai dettagli. Le gambe inclinate e rastremate verso il pavimento donano dinamismo e leggerezza. Il piano può essere in marmo di Carrara bianco opaco o lucido, marmo Oriente grigio opaco o lucido, noce canaletto, rovere chiaro e in tutti i colori laccati opachi con gambe in tinta noce canaletto e in tinta rovere chiaro.

  • La sedia Rose, progettata dal duo creativo Zanellato/Bortotto, è in legno con braccioli perfetta per la zona pranzo. Ogni elemento in legno viene rifinito a mano, ed il sedile è rivestito in tessuto o impagliato come da tradizione. La struttura è disponibile in tinta rovere chiaro, noce canaletto o laccato poro aperto.

  • La madia Kuri ideata dal designer giapponese Makoto Kawamoto, è un contenitore colorato disponibile in tre misure. La scocca e i frontali possono essere in rovere cognac, rovere naturale e laccato opaco. I vani a giorno in laccato opaco, le gambe in tinta rovere naturale o laccato opaco a poro aperto.

  • La poltrona Haiku progettata da Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto, è una seduta elegante, che gioca sul connubio tra diversi materiali e finiture. La scocca, morbida e avvolgente, è racchiusa da una struttura metallica dal carattere grafico.

  • Cliff è una seria di tavolini dal mood monolitico, disegnata da Matteo Zorzenoni e realizzati in poliuretano laccato. Grazie alle forme dolci e avvolgenti, e alle diverse cromie diventano protagonisti dello spazio in cui vengono posti.

Ti potrebbe interessare