Donna moderna
Cameretta

Arredare la cameretta Montessori (da 6 a 10 anni)

Una pedagogista esperta del metodo Montessori spiega come progettare la cameretta dei bambini da 6 a 10 anni

Nella fascia 6-10 anni, nel mondo del bambino entra la scuola. Per questo in cameretta è necessario progettare l’angolo dei compiti con scrivania e scaffali belli da vedere e comodi da usare; ma serve anche un posto in cui appendere i disegni...

Progettare l'angolo compiti

Comincia la scuola e occorre organizzare l’angolo dei compiti. «Ora serve una vera scrivania, con cassetti per la cancelleria, una lampada e, accanto, mensole per tenere i libri e quaderni» spiega la pedagogista Lorella Boccalini. «Anche in questo caso, l’obiettivo è favorire l’autonomia del bambino che, avendo tutto a portata di mano, separato dai giocattoli e dai libri da leggere, imparerà a preparare da solo lo zaino per il giorno dopo. Le prime volte andrà guidato da mamma o papà, ma poi sarà bello e importante che riesca a farlo da sé. Va detto che fino ai 7-8 anni i bambini non rimangono a fare i compiti da soli in camera, ma tendono a emigrare nelle stanze in cui c’è un genitore, che sia la cucina o il salotto. È giusto lasciarglielo fare ma, allo stesso tempo, curare che in cameretta ci sia uno spazio dedicato alla scuola, dove i bambini possano riporre le loro cose e appendere i loro disegni». No invece a tivù o computer in camera: fino alle medie potrà usare quello dei genitori, lasciato però in un altro ambiente. Poi, quando sarà il momento, meglio regalargli un computer portatile, da spegnere (o togliere dalla stanza) ogni sera. «Si tratta di apparecchi che interferiscono con il riposo e la qualità del sonno: i bambini che hanno la tivù in camera tendono a guardarla fino a tardi, mentre le ore di riposo notturno sono un momento fondamentale per la crescita e la serenità di ogni bambino».

Un gioco importante: la casetta delle bambole

Le casette ma anche le mini cucine fanno parte dei cosiddetti giochi di imitazione. Permettono ai bambini di ripetere gesti e situazioni osservati nella vita degli adulti; in questo modo si affinano la manualità e l’osservazione della realtà, la consapevolezza e l’espressione delle proprie emozioni. Il gioco rende il bambino consapevole del proprio mondo interiore e di quello esteriore.

 

Scopri come arredare la cameretta Montessori per bambini da 0 a 2 anni e da 2 a 6 anni.

 

Testi

Silvia Calvi e Elena Cattaneo

Ti potrebbe interessare