Donna moderna
Idee e tendenze

Icone del design: appendiabiti Hang it all

L'appendiabiti Hang it all di Charles & Ray Eames dal 1953 piace ai bimbi e agli intenditori di design

La celebre coppia di progettisti deve essersi divertita, seriamente, si intende, a consegnare con questo colorato attaccapanni, un’altra icona all’enciclopedia del design. Correva l’anno 1953 e i coniugi pensavano alla stanza dei piccoli e a un’azione, quella del mettere in ordine, da istigare visivamente ai bambini tramite questo oggetto da moltiplicare a piacere (le sfere equidistanti consentono di attaccare al muro l’appendi-tutto anche in serie). Il fatto è che ‘Hang it all’ è uscito subito dalla stanza dei bimbi, e quella sua ostentata allegria ha contagiato gli ingressi di molte case, diventando icona visiva del benvenuto. 

Ci si può appendere di tutto, magari con un lancio catartico! Quelle palle da biliardo invitano a farlo, o no? Il tondino bianco che si stacca dal muro e riordina nello spazio otto macchie di colore è la firma dei coniugi Eames, Charles & Ray (Berenice Alexandra, detta Ray).
 
  • Anno di nascita: 1953
  • Progettisti: Charles & Ray Eames
  • Produttore: Vitra
  • Prezzo: da 269 euro (oggi esiste anche con le sfere in sfumature di rosso, verde, bianco)
  • Mission: "Il disegno è un progetto per sistemare gli elementi in modo tale da poter soddisfare al meglio uno scopo particolare" Charles Eames
  • Materiali: Sfere colorate in legno, supporto in metallo
  • Curiosità: Hang it all è considerato un oggetto di 'Arte utile'
  • Da sapere: Charles era architetto, Ray pittrice: è lei che ha scelto i colori di Hang it all

Segni particolari
La poliedricità e la matrice progettuale e artistica di Charles (1907-1978) e Ray (1912-’88), escono in modo prorompente proprio in questo oggetto senza tempo. I due massimi disegnatori di sedie e arredi per ufficio amavano inventare anche per i bambini: lo facevano per i loro nipoti e per i figli degli amici.
Testi

Giorgio Tartaro

Ti potrebbe interessare