Donna moderna
Riscaldamento e clima

Biocamino: il focolare prêt-à-porter

È un complemento d’arredo versatile e innovativo: il biocamino non brucia legna, ma utilizza come combustibile il bioetanolo, un liquido di origine naturale che non produce cenere né residui nocivi, ma acqua e anidride carbonica.

Non producendo ceneri e residui nocivi, la sua installazione non necessita di canna fumaria né di permessi di montaggio. In più è un prodotto che si adatta a qualsiasi tipo di ambiente valorizzandolo con il fascino del fuoco. Può essere incassato in una parete, freestanding oppure decorativo di piccole dimensioni, da spostare dove si vuole (anche in un salotto outdoor).

I pregi del biocamino

  • Installazione veloce perché non necessita di impianti particolari né di una canna fumaria.
  • Si può installare in qualsiasi stanza senza la necessita di ricorrere a opere edili, se scegli la tipologia non incassata.
  • Produce calore senza dispersioni termiche riscaldando l’ambiente in modo omogeneo. Tuttavia, non basta a riscaldare tutta la stanza. non genera odori tranne durante l’accensione e lo spegnimento, quando si potrebbe percepire un leggero sentore di gas.

Attenzione! Il biocamino è un elemento decorativo, ma è pur sempre un camino a fiamma viva, perciò non va lasciato incustodito.

Ecco alcune cose da sapere

  1. La parete in cui si vuole incassare il camino a bioetanolo deve essere realizzata e rivestita in un materiale refrattario e resistente al fuoco, come per esempio cartongesso, mattine e intonaco o simili.
  2. Occorrono due prese d’aria: una sopra, una sotto il camino, per consentire la circolazione di ossigeno necessario alla fiamma.
  3. Se sopra il biocamino si vuole mettere un televisore, tra i due bisogna posizionare un materiale isolante.
  4. Posalo a una distanza di circa 40 cm da terra per apprezzare l’intensità della fiamma come se fosse un camino vero.

 

Dove comprarlo:  leroymerlin.it - acquafuoco.eu - lovethesign.com

Guarda anche
Riscaldamento e clima

8 biocamini per riscaldare gli ambienti

Testi

Carlotta Pesce

Foto

Michela Ghio

Ti potrebbe interessare