Verde

Aprile: giardinaggio del mese

Ecco quali lavori green devi fare ad aprile se vuoi che in estate sia tutto rigoglioso e fiorito

La primavera è arrivata! Rimbocchiamoci le maniche, infiliamo i guanti e iniziamo con allegria e passione a prenderci cura del terrazzo e del giardino. 

PULIZIE DI PRIMAVERA…
In giardino e nell’orto elimina tutte le foglie cadute durante l’inverno e con un rastrello ripulisci il terreno.
Elimina le piante e gli arbusti secchi che non hanno superato l’inverno.
Le infestanti con i primi caldi iniziano a farsi strada e a prendere possesso del terreno. Senza pietà estirpale ma con i guanti… le ortiche si mimetizzano! Se hai un compost raggruppa tutti i rifiuti e scarti organici del giardino per avere un concime a cm 0.

POTARE
. Per eliminare le infiorescenze e sfoltire la chioma, inizia con la potatura degli arbusti precoci che sono già fioriti come le Forsythia, il Gelsomino di S. Giuseppe e il Prunus da fiore. 
. Dove il clima è particolarmente mite nel mese di aprile alcune piante rampicanti, come per esempio glicine, gelsomino e bignonia, sono già in piena fase di sviluppo vegetativo. Taglia i rami eccessivamente vigorosi, così facendo stimolerai lo sviluppo di nuovi rami laterali.
. Verso la fine del mese spunta i giovani germogli e i getti deboli, per favorire la ramificazione e la formazione di nuove gemme e per avere una vegetazione più ordinata. 

SUL TERRAZZO
. E’ arrivato il momento di preparare le fioriere che conterranno i fiori estivi come i gerani, le petunie, le verbene e le calendule. Prima di fare nuovi acquisti green, svuotale, puliscile con acqua e aceto e sostituisci il terriccio dell’anno precedente.
. Puoi mettere a dimora le piante aromatiche in un terriccio ricco di sabbia e in una posizione calda e soleggiata.
. Riprendere le innaffiature delle piante grasse ma con moderazione.
 
CONCIMARE
. Usa stallatico maturo per concimare rampicanti, alberi, arbusti e siepi.
. Per le piante in vaso ci sono i concimi liquidi specifici o quelli a lento rilascio.
. In più è consigliabile fare una pacciamatura o di terriccio e foglie o di compost, questa operazione non solo arricchirà il terreno, ma sarà utile per preservare le radici dai periodi di siccità estivi.

INNAFFIARE
. Le piante in vaso e in aiuola in questo periodo hanno bisogno di innaffiature regolari, soprattutto se il clima è ventilato e tendente alla siccità. Evita ristagni d’acqua nei sottovasi.
. Controlla l’impianto di irrigazione e inizia le innaffiature almeno una volta alla settimana.

OCCHIO A FUNGHI E PARASSITI!
. Se noti sulle foglie la formazione di una polvere biancastra (oidio, detto mal bianco) vuol dire che ci sono dei funghi. Devi intervenire subito prima che si secchino le foglie. Come? Isola, se è possibile, le piante colpite in modo che la diffusione del fungo non contagi anche le altre piante. Troppa umidità favorisce la formazione di funghi quindi dirada le innaffiature e non bagnare le foglie. Se necessario, ricorri a prodotti specifici facendoti consigliare da un giardiniere esperto…
. Con il caldo arrivano anche i parassiti come gli afidi che si concentrano sui boccioli delle rose, la processionaria del pino, il mal bianco sul lauroceraso e così via.
Un efficace rimedio naturale contro gli insetti è un po' di olio bianco, oppure si possono usare composti a base di rame e zolfo, utilizzati anche nell'agricoltura biologica.

SEMINARE
Se il clima è caldo, fra i 18° e i 20° C e vuoi cimentarti con la semina questo è il momento giusto per i fiori estivi:
girasoli, astro, petunie, begonie, zinnia, iris, gladioli, dalie, gigli, astro 
ma anche ortaggi per l’orto:
zucchine, zucche, melanzane pomodori, peperoni, peperoncini piccanti, fagioli e meloni.

Non perderti i colorati e suggestivi mercatini green dove puoi trovare rarità floreali, piante rare e tante idee per gli spazi outdoor. Segui i nostri appuntamenti!
Buon Giardinaggio!!