Donna moderna
Pareti e pavimenti

Guida alla scelta del parquet lavorato

Conosci tutti i trattamenti che abbelliscono i pavimenti in legno? Qui ti spieghiamo (e mostriamo) le differenze fra bisellatura, spazzolatura, piallatura, sbiancatura, levigatura, taglio sega o ‘piano sega’

Cosa sono quei ‘bei’ solchi e segni sul parquet? Le tracce di lavorazioni superficiali ‘avantgarde’, tratto distintivo dei pavimenti in legno più trendy del momento, che acquistano forte personalità e grande presenza scenica. Il segreto è tutto nelle speciali finiture tattili e materiche che mirano a invecchiarne ‘ad arte’ le assi, per regalare al pavimento superfici grintose dal fascino ruvido e vissuto, che richiamano il legno consumato dal tempo. Abbiamo esaminato per te i principali trattamentispazzolatura, piallatura, sbiancatura, levigatura e taglio sega: qual è il tuo preferito?

Bisellatura

Vengono consunti gli spigoli dei listoni per renderli più marcati o irregolari, come fossero consumati dal tempo, dando più risalto alle singole assi di legno.

Levigatura

Utilizzando una carta abrasiva molto fine, viene levigata la superficie del legno, per renderla perfettamente piana, omogenea al tatto e donarle un look raffinato.

Piallatura

La superficie del legno viene modellata da ondulature che creano riflessi e danno profondità e un aspetto più vissuto alle tavole. Può essere effettuata manualmente dall’artigiano o mediante macchinari.

Sbiancatura

Sulla superficie lignea levigata viene applicata una vernice opaca, o un olio, nei toni dal bianco-ghiaccio o bianco-grigio che esalta, lasciandoli intravedere, i nodi e le venature.

Spazzolatura

Il passaggio di speciali spazzole rotatorie sul legno rendono la superficie più ruvida e resistente all’usura, mettendo in evidenza tutte le venature, in modo naturale.


Taglio sega o ‘piano sega’

Una particolare sega a nastro segna la superficie con dei piccoli tagli irregolari (più o meno profondi) e perpendicolari alle tavole, che conferiscono microscanalature materiche e tridimensionali che richiamano le incisioni ottenute con antiche tecniche di lavorazione nelle falegnamerie di una volta.

Testi

Paolo Manca

Ti potrebbe interessare