Donna moderna
Progetti degli architetti

Come adattare la nuova casa per sfruttare i vecchi mobili

Una villa in costruzione: il progetto proposto dall'impresa non convince i proprietari anche perché rende difficile utilizzare i mobili già in loro possesso, così chiedono aiuto all'architetto CF style Marzia Filatrella

I proprietari, una giovane coppia con due figli, hanno acquistato questa villa su tre piani mentre l’edificio era ancora in costruzione e le tramezzature interne non erano state ancora realizzate. La suddivisione degli ambienti proposta dal costruttore non soddisfaceva però le loro esigenze e volevano avere una soluzione alternativa che tenesse conto anche degli arredi già in loro possesso.
 Ecco la soluzione proposta dall'architetto CF style Marzia Filatrella.

  • Al piano terreno la loro principale esigenza era quella di avere un’area ingresso che facesse da filtro al living, mantenendo il bagno per gli ospiti e ricavando in più una piccola lavanderia con accesso diretto all'esterno. Ad un piccolo giardino interno sul lato ovest si accede invece direttamente dall’area soggiorno e la disposizione degli arredi è stata progettata per avere una visuale perfetta dal divano verso questa zona verde.

  • Al primo piano i proprietari avevano la necessità di ricavare una cucina che avesse le dimensioni adatte ad ospitare l’arredo della loro precedente abitazione. L’area pranzo è stata quindi collocata esternamente alla cucina ed ospita anche una piccola area soggiorno, con divano e tv, più raccolta rispetto a quella del piano terra ed anche questa con accesso all’esterno su un terrazzo. 
Allo stesso piano è stato anche ricavata anche una camera ospiti ed un bagno con vasca.
  • 
Il secondo piano è dedicato alle camere da letto ma nel progetto originario prevedeva un bagno molto piccolo e due camere singole con le dimensioni minime richieste dalla normativa. E’ stato pertanto necessario unire le due camere e crearne una ampia che ospita entrambi i figli maschi per permettere di avere un bagno spazioso e così è stato ricavato anche un locale-guardaroba condiviso da tutti perché di accesso diretto dal corridoio.
Progetto

Architetto Marzia Filatrella

Ti potrebbe interessare