Progettare

Ristrutturare: l'impianto domotico step by step

Sogni di dotare la tua casa di tecnologie smart? Se lo fai per gradi e cominci controllando luci, tende e tapparelle ti sembrerà tutto meno complicato

Tutto quello che devi sapere se vuoi dotare la tua casa di impianto domotico ma hai ancora qualche dubbio.

IL PRIMO PASSO: LA DOMOTICA ‘PLUG&PLAY’ L’elettricista ti sta mettendo l’impianto elettrico a norma? Approfittane per chiedergli di posarti dei semplici dispositivi preconfigurati ‘Plug&Play’ di Vimar che, facili da installare, trasformeranno il tuo impianto elettrico tradizionale in un piccolo sistema domotico di base, ‘centralizzando’ il controllo intelligente di luci, tendaggi e tapparelle, senza che tu debba configurare niente di complicato. Potrai, per esempio, chiedere al tecnico quali funzioni preconfigurate si adattano meglio alle tue abitudini per poter gestire l’impianto in modo più evoluto. Un caso tipico? Tra le funzioni disponibili rientra un utilissimo scenario ‘uscita di casa’ che, grazie al funzionamento combinato di luci e tapparelle, ti consentirà di premere un solo comando prima di uscire dalla porta d’ingresso per spegnere tutte le luci di casa e abbassare tutte le tapparelle. Comodo, no?

L’EVOLUZIONE: L’IMPIANTO DOMOTICO ‘VERO’ Quando sei pronta per il passo successivo, puoi chiedere all’elettricista di crearti un vero e proprio impianto connesso, con il sistema evoluto By-me di Vimar. È più completo e intelligente di quello base, ma comunque intuitivo e semplice da usare: l’aspetto più intrigante è che con un’unica tecnologia automatizzi e gestisci la casa a 360°, anche da remoto e sotto ogni profilo: controllo, comfort, sicurezza, efficienza energetica... Non ci sono limiti: puoi attivare scenari suggestivi di benessere in stile SPA, dosare le luci, il clima e la musica come piace a te in base all’occasione, monitorare e ottimizzare i consumi energetici e mettere in sicurezza ogni stanza, anche se sei fuori casa.