Progettare

Cosa fare in caso di pareti umide

Segui i nostri consigli per capire come sconfiggere l'umidità

Cosa fare in caso di pareti umide

Rivestire o piastrellare le pareti non è mai la soluzione corretta per sconfiggere l'umidità che potrebbe derivare da un insufficiente isolamento termico delle pareti perimetrali o dalla presenza di "ponti termici" (le parti strutturali più disperdenti) che si trovano nei fronti esposti a nord o dall'uso di materiali e pitture non traspiranti e quindi incapaci di consentire la regolare evaporazione verso l'esterno di parte dell'umidità che è contenuta nelle murature.

La soluzione? Chiedere al più presto un sopralluogo tecnico per poter valutare un corretto e mirato intervento di isolamento termico: l'esperto dovrà fare un'accurata indagine che terrà conto di tutti i fattori che possono influire sul flusso di vapore acqueo, tra cui la pioggia, l’irraggiamento solare, la ventilazione e i fenomeni legati all’asciugatura delle strutture...

Dopo questa analisi, potrà anche consigliare i materiali isolanti adatti, gli spessori giusti e la tecnica isolante giusta, per esempio un isolamento a "cappotto" interno o esterno, con o senza "barriera al vapore". Fatto questo, si potrà rivestire la parete con un intonaco traspirante a base di calce o con specifiche pitture anticondensa contenenti, per esempio, microsfere cave di materiale ceramico che, abbassando la conducibilità termica sulla parete, frenano il fenomeno della condensa.