Donna moderna
News

La ceramica di Deruta diventa contemporanea 

Caraffe con il becco, vasi-bouquet e librerie già decorate: sono alcuni dei prodotti fatti a mano secondo la lavorazione umbra e che fanno parte del progetto MO/OD

Sperimentazione sulla materia, rispetto del passato e capacità di modificare le condizioni d’uso degli oggetti. Sono questi gli aspetti fondamentali incarnate da Cipcip, Madison e Bouquet, i tre prodotti presentati al Fuorisalone 2016 da Luca Binaglia per l’Azienda M.O.D (Maioliche Originali Deruta) che a Milano arriva con il progetto MO/OD, frutto dell’impegno di tre designer italiani (Floriana Rinaldi, Gianni Cinti e Luca Binaglia, appunto) i quali, con approcci diversi e tuttavia assimilabili, sono riusciti a coniugare la tradizione plurisecolare della maiolica con una spinta fortemente creativa e moderna.

È così che nasce Bouquet, la linea di vasi in ceramica la cui forma è ispirata ai mazzi di fiori, creata con una antica lavorazione ceramica interamente fatta a mano. Dalle linee semplici ma assolutamente contemporanee i contenitori hanno l’aggiunta di una piccola “quinta” per aiutarne la funzione e sono smaltati in nuance sfumate.

Cipcip, invece, è una caraffa, oggetto di uso nelle tavole del passato, che cambia forma ma non materiale: la caraffa si reinventa e diventa contemporanea, grazie a linee essenziali e garbate realizzazione, però, grazie ad una lavorazione lenta e la delicata tornitura a mano cara alla tradizione di Deruta.

Infine c’è Madison, libreria che propone l’accostamento non usuale della struttura di legno in rovere con delle pannellature ceramiche in grès decorato a mano. La decorazione di queste ultime è stata affidata a Gianni Cinti che crea degli elementi geometrici lavorati a intaglio accostati a quelli dipinti tono su tono che creano un “caos elegante” in cui elementi apparentemente distanti convivono in un equilibrio quasi perfetto.
Quello tra passato e futuro.

Fino al 17 aprile, Opificio 31, Via Tortona, 31 – Milano.

 
Testi

Lucrezia Sarnari

Ti potrebbe interessare