Donna moderna
News

Il museo all’aria aperta che si visita-anima con l’app

Nasce a Milano il MAUA Museo di Arte Urbana Aumentata: un percorso su misura in cui i murales 'prendono vita' per le strade della città grazie all'app Bepart

Domenica 17 dicembre c'è stata la presentazione ufficiale del nuovissimo museo diffuso e a cielo aperto di Milano MAUA (Museo di Arte Urbana Aumentata) uno dei 14 progetti vincitori del Bando alle Periferie promosso dal Comune di Milano per rivalutare con opere di street art alcuni quartieri periferici o poco esplorati della città.

Che cos'è MAUA

MAUA, nato dal progetto “Milano Città Aumentata”, uno tra i 14 vincitori del “Bando alle Periferie” promosso dal Comune di Milano per rivalorizzare i quartieri. è il primo museo di arte urbana aumentata, fortemente voluto per proporre itinerari culturali inediti, fuori dal centro e dai circuiti tradizionali dell’arte. 50 opere di street art animate grazie alla realtà aumentata sono dunque l’occasione per esplorare i quartieri meno conosciuti e frequentati turisticamente della città: Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese. Si parte scegliendo il proprio percorso e, una volta arrivati sul posto, l’esperienza si sviluppa in forma digitale: ogni opera, inquadrata con lo smartphone, ne genera una nuova e si trasforma in un lavoro di digital art, appositamente creato per il museo grazie a tecnologie di realtà aumentata.

MAUA è realizzato grazie a una rete di partenship composta da Bepart, come capofila, insieme ad altre sei realtà: BASE Milano, Avanzi - Sostenibilità per Azioni, Terre di Mezzo, scuola CFP Bauer, PUSH. e la Fondazione Arrigo e Pia Pini.

L'inaugurazione

Il 17 dicembre il primo tour del quartiere Giambellino è già sold out ma alle 15 al BASE si terrà la presentazione ufficiale della mostra fotografica con le 50 opere selezionate, che potranno essere viste anche in realtà aumentata dando un’anteprima della visita reale. In questa occasione sarà presentato il progetto, insieme al catalogo del Museo di Arte Urbana Aumentata e alle mappe cartacee dei quartieri, curate da Terre di mezzo. Presenti Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano - Cultura e Pao, street artist e designer. Alle ore 16 ci sarà visita alla mostra e alle ore 17 la proiezione del documentario “Banksy Does New York Movie” - 2014. L'ingresso è gratuito in BASE fino ad esaurimento posti.
Dal 18 dicembre si potrà prenotare il proprio tour urbano su www.streetartfactory.eu/maua/ e i tour partiranno appena sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti.

Come visitare MAUA

La visita è molto semplice

  • Consulti la mappa delle 50 opere di street art selezionate quartiere per

    quartiere dagli abitanti di ogni zona. La mappa completa la trovi su streetartfactory.eu, sull’app Bepart (scaricabile gratuitamente da Apple Store e Google Play) o sul catalogo cartaceo del MAUA, distribuito a BASE Milano, all’infopoint del Comune e nelle librerie;

  • Selezioni una o più opere, per costruire il tuo percorso e cominciare il tour; una volta arrivato sul posto, apri l’app Bepart e inquadri l’opera di street art con lo smartphone per vederla animarsi e trasformarsi in un’opera di digital art.

  • Condividi la tua esperienza sui profili social con gli hashtag #maua #museoarteurbanaaumentata #realtaaumentata

  • Se non hai la possibilità di recarti fisicamente davanti alle opere di street art potrai fruire dei contenuti aumentati attraverso il catalogo.

    Informazioni

    Trovi tutte le info sul sito www.mauamuseum.com www.streetartfactory.eu/maua/

    su Facebook https://www.facebook.com/MAUA.museo.arte.urbana.aumentata/

    su Instagram @MAUA.augmented.urban.art

 

Cosa aspetti? Prendi lo smartphone e... buona visita!

 

 

 

Testi

Elena Favetti

Ti potrebbe interessare