Donna moderna
News

Hygge: la via danese alla felicità

Creare l'atmosfera giusta in casa può migliorare la nostra vita: scopriamo come

Da qualche settimana è finalmente disponibile in Italia la traduzione del best seller Hygge. La via danese alla felicità, scritto da Meik Wiking, direttore dell’Happiness Research Institute di Copenaghen, istituto che si propone di studiare modi per migliorare la qualità della vita misurando la felicità umana.

In questo volume Wiking esplora il concetto di Hygge, per spiegare al mondo di cosa si tratti esattamente, come questa sia connesso alla felicità e, naturalmente, come ottenere lo stesso effetto e vivere come i danesi, il popolo più felice del mondo.

Hygge (si legge “ügghe”) è un vocabolo danese intraducibile con un corrispettivo nella nostra lingua, che deriva da un termine norvegese che significa “star bene”: parafrasando, si tratta dell’abilità di creare un'atmosfera intima e accogliente e circondarsi dall’affetto delle persone care.

Un’immagine che tutti abbiamo in mente, e che per quanto non esaustiva spiega bene il senso di hygge, è quella che ritrae persone vestite con abiti comodi e calzettoni di lana che bevono una tazza di caffè caldo davanti al camino.

Come creare quindi l’atmosfera tipica dell’hygge?

La luce
Prima di tutto con la presenza di un camino accesso, o con tante candele, perfette secondo i danesi in qualunque ambiente, dalla casa all’ufficio, fino alle classi scolastiche. Stando alle ricerche, i danesi hanno un vero e proprio record nel consumo di candele, circa 6 chilogrammi pro capite all’anno!
La luce in generale è molto importante e quindi anche un’attenta scelta delle lampade, che devono produrre una luce calda: ricordiamo che in Danimarca l’inverno è molto buio e quindi questa ossessione tutta nordica per la luce è assolutamente giustificata!

La compagnia
Wiking riconosce un grande valore alla presenza di altre persone per raggiungere la felicità, anzi scrive che si tratta dell’ingrediente più importante per raggiungere la felicità.
E dice anche che l’hygge è perfetta per tutti, anche per gli introversi, che tendono già di natura a cercare di passare il proprio tempo in ambienti protetti e con persone che conoscono bene e che amano.

Il cibo
I danesi (e non solo!) sono ossessionati dal cibo e certamente i dolci, il cioccolato e le caramelle sono in cima alla classifica dei cibi hygge, insieme alla grande passione per le bevande calde in particolare il caffè. Anche sporcarsi le mani e mettersi alla prova nella preparazione casalinga di torte, magari riunendo tutta la famiglia, pare che possa aumentare la felicità, anche grazie ai deliziosi profumi che si propagheranno dalla cucina in tutta la casa!

L’abbigliamento
Vestiti comodi, in materiali naturali, e uno stile casual: maglioni caldi, magari fatti a mano e sciarpe oversize, oltre ai già citati calzettoni confortevoli. Come dice l’autore: non si può essere hygge se si ha freddo!

La casa 
Si sa, i danesi amano il design: le loro case sono generalmente curate e ben arredate, con mobili in legno, tanti elementi in ceramica, libri e - naturalmente - un camino.
A questi elementi essenziali si aggiungono un sapiente uso dei tessili e un mix di elementi contemporanei e vintage.


Hygge. La via danese alla felicità
di Meik Wiking 
ed. Mondadori
prezzo di copertina: €17,90

Ti potrebbe interessare