Donna moderna
News

Guida all'uso di Instagram

Ogni giorno su Instagram vengono postate 80 milioni di foto. Impara con noi a usarlo!

In 5 anni il social che parla per immagini è arrivato a 80 milioni di foto postate al giorno. Instagram si fonda sul senso del bello: potevamo non amarlo? Impara con noi a usarlo, ti sarà utile se sei blogger o crafter. Segui CasaFacile su Instagram@casafacile - abbiamo più di 25 mila follower!

Nonostante sia nata come applicazione per smartphone destinata alla condivisione di  foto personali, ormai Instagram sta diventando uno strumento di comunicazione fondamentale anche per i brand.
Ormai, quello che ci spinge ad acquistare un prodotto o ad affezionarci ad un marchio non sono semplicemente la qualità e il design, ma soprattutto come ci fa sentire, le ispirazioni e i desideri che muove, l’esperienza che ci fa vivere. 
Ecco perché la comunicazione visiva offerta da Instagram può davvero fare la differenza, diventando strumento di racconto del nostro lavoro.

APRI IL TUO PROFILO
Il primo passo per accedere a Instagram è scaricare l’app sul proprio smartphone (tramite Google Play, App Store o Window Store) e seguire la procedura guidata di iscrizione al servizio .
Presta particolare attenzione alla foto del profilo (se sei una creativa o una piccola attività scegline una suggestiva ma in cui si veda che sei una persona) e dedica particolare attenzione alla bio perché emerga chi sei, cosa fai (su IG) e perché vale la pena seguirti. Se ce l’hai, aggiungi infine un link dove indirizzare chi vuole scoprire qualcosa di più su di te o sul tuo marchio.


LUCE, COMPOSIZIONE, INQUADRATURA
A seconda di come ti posizioni (o posizioni il soggetto) rispetto alla luce, l’immagine avrà un aspetto differente.
La luce frontale infatti appiattisce, quella dal basso crea un’atmosfera più “teatrale”, il controluce risalta i contorni della figura in primo piano (eliminandone i dettagli), mentre quella laterale rende meglio la tridimensionalità del soggetto. La scelta tra queste opzioni dipende sempre dal messaggio che si vuole trasmettere.
Anche la composizione é di fondamentale importanza in una buona foto; a questo proposito potresti decidere di seguire la regola dei terzi (suddividendo l’inquadratura in 9 quadrati e posizionando gli elementi più importanti sulle intersezioni delle linee) oppure sovvertire le regole offrendo comunque uno scatto interessante. 
Infine, puoi decidere se optare per una inquadratura frontale o dall’alto a seconda del tuo gusto o delle caratteristiche degli oggetti che formano la composizione.
Se la foto scattata non ti convince del tutto puoi usare i filtri proposti dall’app stessa (modificandone anche alcuni elementi senza forzare la mano) oppure utilizzare app esterne (come Snapseed e Vscocam) per poi pubblicare su IG.


USA DIDASCALIE E HASHTAG
La didascalia che accompagna la foto é molto importante perché guida chi guarda nella comprensione dello scatto, per questo é importantissimo che anche un semplice scatto di buongiorno sia accompagnato dal tuo tono di voce in modo tale che tua identità sia distinta e percepita. All’interno della foto pubblicata si possono inserire varie tipologie di etichette (tag) che hanno varie funzioni.
  • Hashtag: le parole precedute dal cancelletto (#) diventano dei veri e propri link che raggruppano tutte le immagini in cui è contenuto quell’hashtag.  La loro funzione é quella di spiegare meglio e di creare categorie di contenuti (quindi evita hashtag generici e inflazionati come #instalike #followforfollow #picoftheday)
  • Geotag: serve per indicare il luogo in cui è stata scattata una foto (attivando la funzione di geolocalizzazione sullo smartphone); aiuta a categorizzare le foto della tua gallery e fa rientrare le tue foto nelle chiavi di ricerca per geotag
  • Tag: sono i nomi profilo preceduti da @ e servono per indicare cose o persone presenti nella nostra foto. 
CURA LA TUA GALLERY FOTOGRAFICA
Le persone che frequentano Instagram lo fanno per la quantità di foto belle che su questo Social si possono trovare. Perché quello che fai inizi a farsi spazio nella miriade di profili e brand presenti su Instagram é necessario, non solo pubblicare scatti di qualità, ma anche offrire un’esperienza da vivere, una sensazione, una storia da ricordare, un’atmosfera in cui immergersi. Questo significa che per usare questo canale in modo efficace è necessario dedicare cura alle foto che si pubblicano, sia che si tratti di una pausa relax, di un work in progress o del nostro spazio di lavoro.
Non si tratta di fingere, ma di raccontare una storia verosimile perché comunque piena del contenuto che vuoi trasmettere.

Tenendo ben presente l’aspetto estetico, gli argomenti che puoi trattare sul tuo profilo sono moltissimi: mostra il backstage, inserisci i prodotti in un contesto, crea delle combinazioni tra i prodotti suggerendo abbinamenti, mostra il mondo che ti circonda... 

Un consiglio: non usare Instagram solo in modo attivo per promuovere il tuo lavoro, ma dedica anche del tempo frequentandolo come user e imparando dagli altri. Quanto più la nostra ricerca e il nostro gusto si soffermeranno (con like e commenti e following) su un certo tipo di soggetto e stile fotografico, tanto più Instagram ci proporrà (nella tab esplora) profili e fotografie sempre più adatti al nostro gusto; questo, oltre a offrirci ristoro per gli occhi, aiuta a migliorare il nostro modo di comunicare su questo canale.

CURA IL TUO PROFILO
Curare il profilo Insagram significa avere sempre in mente il motivo per cui si usa, le persone con cui si dialoga, lo stile in cui si pubblica e il tono con cui si racconta un marchio. A questo proposito é molto importante esercitarsi molto perché le foto siano di qualità, il racconto di quello che sei e fai non sia artificiale e la gallery trasmetta qualcosa anche vista nel suo insieme.
  • Utilizza hashtag e tag per suddividere le foto in categorie (come se fossero rubriche all’interno del profilo).
  • Ascolta i Like perché le persone che ti seguono sono quelle che hanno la reale percezione del brand. Questo significa che é con loro che il confronto deve essere costante
  • Pubblica contenuti con costanza.
  • Una volta identificato il tuo stile mantienilo uniforme e riconoscibile. Chi ti segue, lo fa perché ama quello che vede, si identifica con quello che trasmetti e nel tempo ti riconoscerà facilmente. Cambiare senza una profonda ragione potrebbe essere molto dannoso nel lungo periodo.
  • Pubblica foto di altri (repost) solo citando e taggando la fonte (verificando che il contenuto sia in linea con lo stile della tua gallery)
Non sincronizzare Social network diversi: anche se Instagram si integra con i principali Social Network, non sempre è una buona idea sincronizzare i profili, sia per la diversità tra le persone che utilizzano diversi Social Network, sia perché quella che su Instagram è una bellissima foto con didascalia, su altri canali (come Twitter) diventa un link asettico con una didascalia troncata (perché magari super i 140 caratteri consentiti). Il social network che si integra meglio (forse perché dal 2012 appartengono alla stessa persona) è Facebook, ma se vuoi sincronizzare i profili fai in modo che le foto Instagram vengano condivise sulla Fanpage della tua attività (e non sul profilo personale). 

STRUMENTI UTILI
Al più tradizionale uso di smartphone o macchine fotografiche, per produrre ottime foto da pubblicare su Instagram, si possono aggiungere degli accessori molto semplici che aiutano ad ottenere una resa interessante. Un esempio possono essere i piccoli cavalletti snodabili (da agganciare praticamente ovunque) e le lenti da calamitare all’obbiettivo per fare foto panoramiche o Macro (utilissimo se volete mostrare un dettaglio minuscolo come la trama del tessuto, la venatura del legno o le sfaccettature di un brillante).

Infine, perché limitarci ad avere i nostri scatti solo su Instagram? Potremmo invece decidere di stampare alcune foto di Instagram per consegnarle ai nostri clienti o come biglietti da visita, appenderle nel nostro studio come moodboard oppure ancora creare dei veri e propri micro libri portatili da mostrare come portfolio. 

Ultimo consiglio: Instagram non é la vita, é solo una modalità di raccontarla, quindi perché sia un racconto avvincente e genuino occorre che la vita sia profondamente vissuta. É meglio lasciarsi sfuggire uno scatto fotografico piuttosto che un fondamentale frammento di vita.

 

Ti potrebbe interessare