Donna moderna
News

Fuorisalone 2017: Casa Gifu II

La collaborazione tra atelier oï e la prefettura giapponese a Milano per il secondo anno consecutivo

Dopo il grande successo dello scorso anno (ne aveva scritto anche il nostro direttore!) atelier oï e la prefettura di Gifu hanno confermato la collaborazione durante il fuorisalone milanese.

Per Casa Gifu II si è pensato ad un allestimento che potesse mettere in luce alcune lavorazioni artigianali e preziosissime della città di Seki, come la produzione di coltelli e forbici di altissima qualità e la forgiatura delle katane, le spade d’acciaio, che prevede una lunga lavorazione manuale da parte dei fabbri / artisti e una sapienza che si trasmette da oltre 700 anni di generazione in generazione.

Nella grande stanza della katana, l’allestimento di atelier oï è in apparente contrapposizione, ma crea invece un grande equilibrio e vuole ricreare con un materiale bianco e leggero come la carta, la serie ripetitiva di gesti che portano alla realizzazione di una katana: un'installazione che rimanda anche al movimento dell’universo, attraverso un meccanismo che fa muovere le grandi 'girandole' scenografiche come uno yo-yo, in circolare e allo stesso tempo in lineare.

Le sedie e il tavolo in legno, presentati in una delle salette, sono stati progettati da atelier oï utilizzando legno di sugi, solitamente disdegnato nella produzione di mobili: grazie ad una innovazione tecnica, il legno è diventato più rigido, e grazie ad una lavorazione artigianale la superficie ha conquistato una texture davvero piacevole al tatto.

Minoshi Garden è infine una decorazione mobile sospesa fatta in carta, pensata per essere utilizzata singolarmente oppure allestito per decorare un'intera stanza, utilizzando più moduli agganciati tra loro: il risultato è poetico e vuole essere un’ode all’antica arte della carta fatta a mano, tramandata anch’essa di generazione in generazione. Per i nostri lettori è disponibile al prezzo speciale di 250 euro: per info thomas.merlo@thomasmerlopartner.ch

 
Testi

Paola Tartaglino - wemakeapair.com

Ti potrebbe interessare