Donna moderna
News

Chiavette Usb da collezione

I primi tempi le guardavamo con sospetto. Adesso sono diventate come gli album di figurine...

Quando ho iniziato a fare questo lavoro le cartelle stampa potevano arrivare a pesare chili e chili (se alla domanda «Vuole anche il catalogo completo?» non reagivi più che prontamente pregando che te lo inviassero in redazione...). Gironzolando tra saloni e fiere, presentazioni e press day, negli anni via via mi ero attrezzata: carrello con ruote per preservare spalle e schiena, innanzitutto. Poi, da un giorno all'altro, è spuntata lei: la chiavetta Usb. Non pareva possibile che tutti i dati potessero stare lì dentro, ai cd ci eravamo abituati ma davvero queste cose minuscole avrebbero soppiantato i gloriosi presskit? Superati i primi dubbi sono cominciati a fioccare sulle nostre scrivanie le chiavette più strane, perché tra le aziende è partita una gara per renderle riconoscibili fra tante e immediatamente associabili al loro. A quel punto la gara è partita anche tra i colleghi... e proprio come da bambini si propongono scambi, contrattazioni, hanno iniziato a volare frasi tipo «la mia è più bella!» o «ma tu ce l'hai?». Una sorta di «celo-celo-celo-manca!» (chi ci ha giocato con le figurine non può certo essersene dimenticato...) e persino (da parte mia) piccoli 'ricatti' (al direttore, si sa, è difficile dire di no!). Non vi dico cos'è stato oggi fare questa foto, ancora un po' ci voleva il servizio di sicurezza, per certi pezzi-cult poi, c'è chi si è dichiarato disposto a tutto (!). Le più ambite? Quelle preziose, naturalmente, come la Swarovski (tutta tempestata di cristalli), la Lalique e la Cartier, ma anche la Magnum Gold (dove Magnum sta per stecco-gelato) e naturalmente quelle di design, come la FontanaArte e la Poltrona Frau (a forma di Vanity Fair!). Che dire poi di quella Smeg fatta come il tostapane, la Roomba e la Folletto che imitano i rispettivi robottini-aspirapolvere? E la serie in legno, tra cui spicca la Tivoli Audio, le elegantissime in pelle e cuoio? Voi quale preferite? La collezione che vedete qui è mia e guai a chi me la tocca! Ma potrei essere disponibile a scambi, solo di pari livello, astenersi perditempo...! Cartelle stampa bye bye, senza rimpianti.

Testi

Giusi Silighini, il direttore

Ti potrebbe interessare