Donna moderna
News

Bompani batte la crisi e rilancia il made in Italy

Ecco le storie che ci piacciono: una storica azienda italiana esce da un periodo difficile, non ‘fugge’ all’estero, diventa più ecologica e riprende ad assumere!

Il cuore italiano di Bompani batte forte. E anche noi di CasaFacile ‘facciamo il tifo’ per un’azienda che continua a produrre interamente in Italia i suoi elettrodomestici per la cucina, utilizzando i finanziamenti regionali per diventare ancora più ecosostenibile e al passo con la tecnologia più avanzata. E assumendo nuovi lavoratori!

La storia di Bompani inizia insieme al miracolo economico, nel 1954, quando gli elettrodomestici entravano per la prima volta nelle case italiane. Dopo il difficile periodo di crisi economica di tutto il comparto, l’azienda sta vivendo una nuova crescita: ha da poco inaugurato la nuova sede di Modena, dal 2015 ha effettuato circa 70 assunzioni, favorendo così il ricambio generazionale, nel 2016 è tornata all’equilibrio economico con un fatturato di 30 milioni di euro e per i prossimi tre anni lancia nuovi investimenti per oltre 5 milioni di euro.

La Regione Emilia Romagna, tramite la legge 14 del 2014, finanzia con oltre 1,5 milioni di euro le attività di ricerca e sviluppo, nonché tutela dell’ambiente: 20.000 mq di pannelli fotovoltaici alimentano la produzione e un progetto che (in collaborazioni con le università) ridefinirà l’eccellenza nella cottura. Solo per questo progetto si prevedono almeno 20 nuove assunzioni e l’ingesso di almeno 5 ingegneri laureati.

Al timone di Bompani c’è Enrico Vento, l’imprenditore che nel 2013 ha acquisito l’azienda presentando un piano di risanamento e di rilancio, unendo la propria storia personale con quella dell’azienda e del territorio. C’è un mantra che Enrico Vento ripete: “Il marchio Bompani è solo per gli elettrodomestici prodotti in fabbriche italiane”. Gli elettrodomestici per la cottura sono prodotti nello stabilimento Bompani in provincia di Ferrara, i frigoriferi e le lavatrici negli stabilimenti partner di Nocera Umbra e Fabriano.

Vento spiega con passione anche la logica di questa scelta:

Quando i consumatori scelgono prodotti di importazione a basso costo impoveriscono le nostre fabbriche, i lavoratori e l’economia nazionale. L'Italia ha una lunga e solida tradizione nella produzione di elettrodomestici ed è ancora il principale produttore europeo. L’elettrodomestico rappresenta la seconda industria manifatturiera italiana dopo l’auto. La qualità delle produzioni italiane è imbattuta. Tutto ciò che esce dalle fabbriche italiane Bompani è espressione e frutto della bellezza e dal saper vivere italiano.

Ti potrebbe interessare