Donna moderna
News

10 regole contro l’inquinamento in casa

Ecco dei gesti semplici e quotidiani per allontanare da casa l'inquinamento

Ti chiudi la porta alle spalle e pensi di essere nella tua oasi di benessere, e può esserlo a patto di intervenire su alcune insidie nascoste, pensa per esempio alla rumorosità o ad alcuni agenti chimici.  

Siamo infatti un po' tutti preoccupati per i livelli di CO2 nel mondo e per le polveri sottili in città, ma è bene anche informarsi sul tipo di inquinamento che subiamo dentro casa.

Ecco perché una coppia di architetti di Pavia, Monica Samori e Enrico Bernuzzi ha pensato di stilare questo decalogo, semplice e diretto, che loro stessi applicano in casa 

COME DIFENDERTI DALL'INQUINAMENTO INDOOR

1. divieto assoluto di fumo in casa
2. effettua una corretta manutenzione degli impianti di riscaldamento
3. usa con parsimonia prodotti per la pulizia e deodoranti,
4. apri le finestre almeno 2-3 volte al giorno per 5 minuti
5. evita temperatura e umidità elevate
6. utilizza la cappa quando cucini
7. passa frequentemente l’aspirapolvere
8. rimuovi immediatamente eventuali muffe
9. evita il più possibile processi di combustione
10. rimuovi se possibile i tappeti

Monica e Enrico citano anche (da 'la Repubblica Salute') una ricerca americana, del 2016, che ha identificato 45 elementi sospesi negli ambienti; del Ministero della salute il Ministero dell'Ambiente che definisce come inquinamento indoor la presenza nell'aria degli ambienti interni, di inquinanti chimici, fisici o biologici non presenti, naturalmente, nell'aria esterna.

Tra gli agenti chimici principali ci sono il fumo di tabacco, l'amianto o le fibre minerali sintetiche comunemente utilizzate negli isolamenti degli edifici, e gli insidiosi composti organici volatili tra cui la formaldeide, utilizzata nella produzione di alcuni tipi di truciolati e compensati (con i quali vengono realizzati buona parte dei mobili), oltre a tessuti e moquette.

Tra gli agenti biologici, come batteri o virus, sono rilevanti le muffe e gli acari che, anche nelle case più pulite, con facilità si possono annidare in tappeti, cuscini e materassi.

Infine ci sono gli agenti fisici, in particolare il radon, un gas naturalmente presente in natura, radioattivo, che se presente ad alte concentrazioni negli ambienti chiusi può rivelarsi pericoloso per la salute. Senza sottovalutare gli effetti dei campi elettromagnetici e del rumore

Le conseguenze possono essere varie, anche serie, a partire da dermatiti, fastidi agli occhi e alla gola, tosse e frequenti mal di testa.

Senza andar nel panico, la coppia di professionisti (molto ecologici), consiglia di iniziare a seguire le loro 10 regole. Se vuoi saperne di più, hanno uno studio e un sito Superbacana! che si occupa di interior design low cost.

 

Testi

Lucia Bocchi

Ti potrebbe interessare