Donna moderna
News

“Amare una persona è come traslocare in una casa nuova”

... e viceversa!   

“Amare una persona è come traslocare in una casa nuova” diceva sempre Sonja. “All’inizio ci si innamora senza riserve: ogni mattina ci si stupisce del fatto che tutto ci appartenga, come se si temesse che, all’improvviso, qualcuno possa irrompere dalla porta annunciando che si è verificato un grave errore e che non era previsto che si abitasse in un luogo così bello. Con il passare degli anni, però, le facciate si consumano, il legno si scheggia qua e là. Non si è più sopraffatti dallo stupore ogni mattina, e si comincia ad amare la casa non tanto per quel che è perfetto, quanto per quel che non lo è. S’impara a conoscerne ogni angolo e centimetro: come evitare che la chiave si blocchi nella serratura quando fuori gela, quali assi del parquet affondano leggermente quando le si calpesta, e come aprire le ante del guardaroba senza farle cigolare. Tutti quei piccoli segreti che rendono la casa nostra, e di nessun altro.” 

Dall'ultimo libro che ho letto, "L'uomo che metteva in ordine il mondo" di Fredrik Backman, Mondadori 
recensito su CasaFacile di ottobre, con tanto di moodboard che ne ricostruisce l'ambientazione... 

Testi

Giusi Silighini, il direttore

Tag libri

Ti potrebbe interessare