Donna moderna
Piante da balcone e terrazzo

Aromatiche da balcone

Le aromatiche, sono fondamentali in cucina, questo lo sanno tutti. Ma forse non tutti sanno che, oltre a essere gustose, sono anche molto decorative su davanzali e terrazzi.
Richiedono poco spazio e cure minime. Scegli con noi quelle giuste per te!

Le erbe aromatiche, oltre a essere belle e profumate, sono utili in cucina. Anche se hai poco spazio, le puoi coltivare sul terrazzo o sul balcone con il vantaggio di averle sempre a portata di mano. Ecco quali coltivare, gli accorgimenti e qualche trucco per organizzare il tuo mini angolo di orto "profumato".

COME SI COLTIVANO
- Acquista le piantine nei vasetti per accelerare i tempi…!
- Estrai delicatamente le piantine facendo attenzione a lasciare intorno alle radici un piccolo pannicolo di terra per poi trapiantarle nei vasi che hai scelto.
- Ricordati di utilizzare sempre della terra “nuova”, già concimata, soffice e ricca di sabbia e di mettere sul fondo del vaso dell'argilla espansa.
- Dopo averle trapiantate, innaffia delicatamente con un nebulizzatore assicurandoti di aver impregnato bene la terra.
- Metti i vasi al sole solo dopo due giorni dal travaso avendo cura di tenere la terra costantemente umida ma senza esagerare!
- Dopo un mese sarà possibile condire le pietanze con l’aromatica coltivata sul terrazzo di casa. Vanno staccati, con una piccola cesoia, solo gli apici vegetativi e i fiori (… le cime) per far continuare  a crescere le piante più forti e rigogliose. Ora scegli quelle che preferisci.

BASILICO
Il basilico è una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina, il suo aroma unico e piacevole insaporisce e valorizza la cucina tipica mediterranea. Ricordati che deve essere consumato fresco, appena colto e sminuzzato con le mani. Evita l'utilizzo durante la cottura in quanto con il calore perde rapidamente le sue proprietà aromatiche. Ama le posizioni in pieno sole e innaffialo la sera, quando il sole è calato. Se vuoi alcune rarità, in commercio trovi delle piantine aromatizzate alla cannella o dalle foglie rosse dal gusto pungente.

ERBA CIPOLLINA
Sai che l'erba cipollina ha fiori bellissimi ed è molto facile da coltivare? Cresce bene in un vaso, sul terrazzo o il davanzale della finestra. Grazie alla vitamina A e C, sali minerali, potassio e fosforo, l'erba cipollina è depurativa: con le sue foglie puoi preparare ottimi infusi. In cucina usala tritata su insalate e pesce. Con il caldo, bagnala di frequente e, in generale, fai in modo che possa godere del sole per alcune ore della giornata. In più, con il suo profumo contribuisce a tenere lontati gli insetti!

TIMO E MAGGIORANA
Il timo e maggiorana appartengono alla stessa famiglia di arbusti poliennali molto resistenti. Li puoi moltiplicare anche per talea in tarda primavera, prelevando porzioni di 7-10 centimetri da piante adulte. Vogliono molta luce e sole per diverse ore al giorno. Della pianta si utilizza in modo particolare la parte aerea: fiori e foglie. Per conservarli a lungo, cima alcuni rametti, legali insieme alla base con un filo di cotone e appendili in un luogo fresco e al buio a testa in giù. Oppure, usati freschi conservali in frigorifero in un contenitore forato per circa cinque o sei giorni.
In cucina usali su carni e pesce ma sono molto buoni anche con i formaggi e le uova.  

MENTA
La menta è una pianta perenne alta circa 40-60 cm, le cui foglie sono ricche di proprietà importanti per il nostro organismo. In cucina è perfetta su verdure, paste fredde, dolci ma anche per la preparazione di tisane. Esistono diverse varietà di menta, la più conosciuta e utilizzata è senza dubbio la menta piperita, dall’odore molto intenso e gradevole. Facile da coltivare in vaso, la menta è una pianta che si adatta facilmente a tutti i tipi di clima, sia ombrosi che soleggiati, purché non troppo umidi. Predilige innaffiature regolari in modo tale da mantenere il terreno sempre umido. Il periodo ideale per la raccolta della menta è l’estate: le foglie ricche di mentolo e oli essenziali, possono essere consumate fresche oppure lasciate essiccare.

SALVIA
Il suo utilizzo è alimentare, sia come spezia per la cottura delle carni grasse, sia sotto forma di tisane o infusi. La coltivazione delle salvia in vaso è abbastanza semplice. Questa pianta vive bene in un clima caldo e soleggiato, sopportando la siccità e si adatta a tutti i tipi di terreno. L’acqua è molto importante per la salvia, ma bisogna innaffiare solo quando il terreno è ben asciutto, visto che un ristagno idrico può danneggiare la pianta. Una volta che la pianta è fiorita, puoi tranquillamente staccare delle foglioline apicali e utilizzarle per aromatizzare i tuoi piatti.

ORIGANO
Qualche foglia di origano raccolta dal vaso sul balcone, rende più sfiziosi dei semplici pomodori in insalata oppure usalo per insaporire le verdure estive saltate in padella. Se hai acquistato una piantina al supermercato o in un vivaio devi trasferirla in un vaso leggermente più grande per poterla far crescere. Stendi sul fondo del vaso uno strato di argilla espansa perché l’origano è davvero allergico ai ristagni d’acqua Come per tutte le aromatiche è meglio scegliere un vaso in terracotta, che aiuta il terreno a non restare umido. La pianta si adatta facilmente a diversi tipi di terreno ma predilige quello più calcareo e ricco di sostanza organica. Non dimenticarti di coltivarlo in una posizione molto soleggiata.


 
Testi

Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare