Donna moderna
Consigli e soluzioni

Scopri quando e come fertilizzare le piante

Ecco cosa non deve mancare nel beauty case delle tue piante

Come ogni essere vivente, anche le piante hanno bisogno di nutrimento per svilupparsi in maniera rigogliosa. La concimazione è un'operazione indispensabile per farle crescere bene, radicare, fiorire e fruttificare. Ecco come fare:

QUANDO FERTILIZZARE LE PIANTE? 
. A fine inverno con la ripresa vegetativa primaverile. Proprio in questo periodo, tra marzo e aprile, è il momento giusto per fertilizzare sia le piante d'appartamento, che quelle esterne in vaso o in piena terra, gli arbusti da fiore o da frutto in giardino, l'orto e anche il tappeto erboso. 
. L'apporto di nutrimento deve continuare durante tutta la bella stagione, per terminare in settembre-ottobre.

TIPOLOGIA DI CONCIMI
ORGANICI: Sono quelli già presenti in natura e vengono chiamati anche biologici. Ne esistono di tanti tipi tra cui compost maturo, torba, stallatico secco o pellettato, pollina, sangue secco, guano, la cenere di legna e la pollina. Il più diffuso dei concimi organici è il letame chiamato stallatico pellettato, che consente un rilascio graduale nel terreno. Ha un odore 'molto pungente' ed è consigliato nei giardini...
MINERALI: I concimi minerali sono quelli che, in presenza di umidità (quando li bagni), si disgregano formando direttamente sostanze nutritive rapidamente assimilabili.  
ORGANO-MINERALI: questi concimi, come dice la stessa parola, contengono sia una frazione organica sia una frazione minerale. IIn genere, sono meno sbilanciati e hanno il vantaggio di essere meno costosi, e di garantire un un corretto apporto nutrizionale alla ripresa vegetativa.


Ogni pianta ha bisogno del fertilizzante specifico. E non tutti sono uguali...
Alcuni fertilizzanti agiscono in modo immediato, altri hanno un'azione lenta e graduale. Liquidi o in polvere solubile, sciolti nell'acqua e versati sul terriccio, vengono assorbiti nel giro di qualche giorno. Il loro effetto dura poco e la somministrazione va ripetuta ogni due settimane circa. Il concime in granuli va distribuito sul terriccio e si scioglie gradualmente ad ogni innaffiatura e il suo effetto dura per circa 3/4 mesi.



OCCHIO ALLE ETICHETTE!
Per orientarsi nella grande giungla dei concimi, al momento dell'acquisto è importante leggere molto bene le etichette commerciali e chiedere una consulenza ai venditori sull'utilizzo e le modalità d'impego.
Rispetta sempre le dosi consigliate e fai attenzione quando li usi che non ci siano nelle vicinanze bambini piccoli e animali domestici.



QUALI PIANTE NE HANNO BISOGNO?
In genere tutte. Alcune però più di altre come:
. Rosa: senza, non fiorisce e si ammala
. Angurie, meloni, zucchini: voracissimi consumatori prima di azoto e di potassio
. Glossinia e Geranio: per rifiorire è indispensabile 
. Surfinie e petunie altrimenti la fioritura si esaurisce in agosto. 
. Pomodori peperoni e melanzane
. Alberi da frutto: poco concimati, producono pochi frutti piccoli e le piante si ammalano facilmente

Buon giardinaggio!

'Conta i fiori del tuo giardino, mai le foglie che cadono'
(Romano Battaglia)





 
Testi

Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare