Donna moderna
Pulire casa

Tieni pulite le fughe del pavimento con i rimedi della nonna

Scopri con noi i rimedi naturali infallibili per pulire le fughe del pavimento, dal bicarbonato all'aceto, tutti i trucchi per pavimenti perfetti

Se in casa hai pavimenti in ceramica e ami ordine e pulizia, siamo certi che te lo sarai chiesto almeno una volta, come pulire le fughe del pavimento senza usare agenti troppo aggressivi?

Le fughe del pavimento sono il cruccio principale di chi ama ordine e pulizia e ha pavimenti in piastrelle. Soprattutto se al momento della posa le fughe sono state rifinite con stucco bianco (ebbene sì, è possibile ora scegliere anche stucchi colorati se preferisci!).

Per quanto ti sforzi di passare lo straccio tutti i giorni (magari mattina e sera), quelle antiestetiche righe sembrano non essere mai perfettamente pulite! D’altra parte utilizzare agenti sbiancanti di frequente potrebbe rovinare le piastrelle stesse.

Per fortuna ci vengono in soccorso i rimedi naturali di una volta, quelli che usavano anche le nonne e che erano alla portata di tutti. Di seguito trovi i principali, ma prima di usarli su grandi superfici ricordati sempre di fare una prova su una piccola porzione di pavimento non visibile, proprio come faresti prima di testare un nuovo prodotto sulla pelle. In particolar modo questi rimedi potrebbero non essere indicati per pavimenti in marmo, cotto e altri materiali particolarmente delicati. Nel dubbio, chiedi sempre consiglio al produttore prima di procedere con una prova di pulizia.

Bicarbonato

Il bicarbonato di sodio è l’asso pigliatutto dei rimedi naturali per la pulizia (in casa e nell’igiene personale), lo puoi usare davvero con tantissimi scopi e la pulizia dei piccoli spazi tra le piastrelle è uno di quelli che dà più soddisfazioni.

Se lo usi diluito (circa 50 gr di bicarbonato in 500 ml di acqua) con uno spruzzino funziona per una pulizia rapida e ad hoc, contro singoli schizzi di sporco, magari prodotti durante le cotture. In alternativa puoi ottenere una pasta densa mescolando 100 gr di bicarbonato con 200 ml di acqua. Spalma il composto ottenuto sulle fughe e lascialo agire per almeno 20 minuti per permettere che ammorbidisca i residui di sporco, poi sfregalo con una spazzola da bucato e rimuovilo completamente asciugando subito dopo la superficie.

Acqua ossigenata

Una validissima alternativa al bicarbonato è l’acqua ossigenata, particolarmente indicata nel debellare le muffe che spesso proliferano nelle fessure tra le piastrelle, e che tendono a formare le antiestetiche macchie scure sullo stucco bianco.

Spruzza l’acqua ossigenata sulle fughe e sfregala bene, poi lasciala in posa per circa 20 minuti prima di procedere col risciacquo e l’asciugatura del pavimento.

Come il bicarbonato, l'acqua ossigenata ha la capacità di sciogliere in profondità le incrostazioni di sporco rendendo più semplice rimuoverle.

Aceto di vino bianco

L’altro principe del pulizie al naturale è l’aceto di vino bianco, le cui proprietà antimicotiche, deodoranti e antibatteriche lo rendono un candidato perfetto per la pulizia delle fughe.

Come il bicarbonato, può essere usato sia in forma diluita in acqua tiepida, da spruzzare sul pavimento, sia in forma pura, versato direttamente sui punti particolarmente sporchi per rimuovere le macchie più resistenti. Abbi cura di risciacquarlo sempre con acqua tiepida e poi di asciugare il pavimento con cura.

Alta temperatura

Che sia il getto a 100% di un elettrodomestico a vapore (magari diretto proprio sulla fuga tra due piastrelle, con l’accessorio di precisione) o anche solo uno straccio imbevuto di acqua bollente, l’alta temperatura è un ottimo alleato per sconfiggere lo sporco recidivo delle fughe del pavimento.

Salvo rari casi è di gran lunga l’elemento meno aggressivo sui pavimenti in ceramica.

Olio di gomito

Ok, non è divertente stare in ginocchio come Cenerentola passando uno spazzolino da denti su ogni centimetro del perimetro delle piastrelle del pavimento. Eppure la garanzia migliore per tenere pulite le fughe è proprio quella di ripassarle con uno spazzolino di piccole dimensioni subito dopo aver lavato il pavimento con lo straccio bagnato in acqua calda.

Il detersivo che usi per i pavimenti è infatti perfettamente in grado, da solo, di sciogliere lo sporco. Il problema semmai è che di norma l’acqua di lavaggio del pavimento defluisce proprio tra una mattonella e l’altra e lì rimane più a lungo, prima di asciugarsi, facendo accumulare i residui di sporco sul materiale poroso che viene usato per riempire le fughe.

Ripassandole prontamente con uno spazzolino si evita che questo avvenga e si mantengono questi interstizi puliti più a lungo.

Guarda anche
Pulire casa

Come pulire le piastrelle e le fughe

Testi

Barbara Pederzini

Foto

iStock/Getty Images

Ti potrebbe interessare