Donna moderna
Pulire casa

Prodotti di pulizia che non fanno male agli animali

L'igiene completa di una casa con animali domestici deve tenere conto della loro presenza anche per quanto riguarda le sostanze per loro nocive.

Quando in casa si accoglie un animale domestico le attenzioni dedicate all'igiene e alla pulizia si moltiplano. Tuttavia non sempre si agisce considerando davvero il nuovo contesto in cui si trova.

Anzi, nell'ansia di arginare cattivi odori e rimuovere rapidamente macchie e peli, può capitare di usare prodotti che sono tutt'altro che adatti agli animali.

Da qualche tempo diverse ditte di detersivi hanno per questo disegnato intere linee di prodotti interamente rivolti alle case abitate da animali oltre che da umani

Non ti sorprenderà sapere che le linee guida che adottano per la composizione dei loro prodotti sono molto simili a quelle seguite per gli ambienti dove risiedono bambini piccoli.

Questi detergenti sono spesso biologici, anallergici e antistatici, e arricchiti da aromi naturali non spiacevoli per gli animali ma dalla potente azione deodorante (per esempio la menta).

Se desideri acquistare detersivi che oltre a igienizzare risultino graditi ai tuoi piccoli animali cerca proprio queste caratteristiche, e cerca di evitare invece gli elementi a loro sgraditi o addirittura dannosi.

Le sostanze da evitare intorno agli animali sono tante e non sempre ovvie

  • Pesticidi a base di permentina e derivati, che magari usi per il prato del giardino, possono essere letali per il tuo cane
  • Ammoniaca, candeggina e cloro, sono particolarmente sgraditi a cani e gatti, la prima avendo un odore simile all'urina dei gatti può anche destabilizzarli facendo credere loro di trovarsi nel territorio di un altro animale
  • Aceto, talmente sgradito ai cani da poter essere usato come repellente per evitare che facciano i loro bisogni in casa
  • Alcol, acetone, acetato, formaldeide possono produrre starnuti e prurito al naso irritando le alte vie respiratorie di cani e gatti
  • Naftalina, velenosa anche per gli umani, può causare seri danni al fegato e al sistema nervoso del cane, fino a produrne la morte
  • Gigli, sotto forma di fiore e di profumazione, possono addirittura intossicare cani e gatti in caso di ingestione di foglie e gambi
  • Agrumi, il cui odore è particolarmente sgradito a cani e gatti al punto da poterne irritare le vie respiratorie, a maggior ragione quando proviene da oli essenziali
  • Eucalipto, una pianta che in forma naturale o in olio essenziale può fare del male al gatto che quindi la evita
Guarda anche
Animali domestici

Come organizzare la casa a misura di gatto

Testi

Barbara Pederzini

Foto

Anete Usina e Margo Brodowicz via Unsplash

Ti potrebbe interessare