Donna moderna
Pulire casa

Come pulire il divano non sfoderabile

Non puoi metterlo in lavatrice nè mandarlo in lavasecco... ma puoi comunque pulirlo bene! Scopri i metodi efficaci

È uno degli ineluttabili fatti della vita: il divano si sporca. Il divano, difatti, è uno dei principali luoghi di relax della casa, ogni famiglia ci trascorre in media decine di ore al mese per guardare film, leggere librI, riposare e spesso anche per fare uno spuntino. È normale quindi che si riempia in fretta di impurità e residui.

La sua pulizia approfondita si rende auspicabile una o più volte l'anno, a seconda del livello di utilizzo. Una pulizia a regola d’arte è un processo delicato, specie se il divano è di dimensioni importanti e non è sfoderabile, perché in questo caso non potrai affidarlo alla lavatrice o alle cure della lavanderia ma dovrai occupartene in prima persona.

L’etichetta è nostra amica

Cerca l’etichetta sotto i cuscini e leggila scrupolosamente, di solito indica la composizione del tessuto (fibra, nylon, poliestere,...) e dispensa indicazioni utili (solo pulizia a secco, sono ammessi prodotti a base d’acqua e via dicendo). In ogni caso, se vuoi evitare sorprese, prima di utilizzare qualsiasi prodotto è buona norma fare piccoli test su porzioni ridotte e nascoste di tessuto.

Cosa occorre

Aspirabriciole
Spazzola morbida
Spazzola antipelucchi
Bacinella
Panno pulito
Acqua
Aceto
Olio essenziale di lavanda
Sapone di Marsiglia

Prima aspira ...

Se trascurata, la polvere in eccesso penetra nelle imbottiture del divano, che ben presto diventa un ricettacolo di sporcizia, quindi è consigliabile effettuare una pulizia settimanale per eliminare briciole e corpuscoli che si annidano negli angoli. Rimuovi i cuscini, se non sono fissi, e pulisci anche sotto le sedute. Puoi effettuare una rapida rimozione meccanica dello sporco con l’aiuto di un aspirabriciole portatile, più comodo e maneggevole di un aspirapolvere tradizionale.

... poi spazzola ...

Spazzola il tessuto con una spazzola morbida per rimuovere lo sporco che, nel tempo, si deposita creando un'antiestetica patina grigia, e aspiralo man mano con l’aspirabriciole. Con l'apposita spazzola antipelucchi puoi catturare capelli, peli di animali e altre particelle con una semplice passata. Ricordati di pulire particolarmente bene le zone critiche (ovvero braccioli e poggiatesta) e non dimenticare le parti in legno o in metallo, ad esempio i piedini e le doghe, da spolverare con l’aiuto di un panno umido e del sapone.

… e infine lava

Per una pulizia profonda puoi ricorrere a un ottimo rimedio casalingo: prepara una soluzione liquida con mezzo litro d'acqua, un bicchierino d'aceto e qualche goccia di olio essenziale alla lavanda. Inumidisci un panno pulito e usa la miscela per pulire il divano: in questo modo riuscirai a detergere, disinfettare e allo stesso tempo donerai un profumo gradevole e rilassante al tessuto del tuo divano e anche all’ambiente.

Smacchia la macchia

Nel caso in cui le macchie si rivelino ostinate, passa delicatamente sul tessuto un blocchetto inumidito di sapone di Marsiglia, quindi lascia agire per circa dieci minuti e infine risciacqua con una pezzuola bagnata e ben strizzata. Se la macchia è ancora lì, vale la pena fare un ultimo tentativo (sempre che il tessuto del tuo divano lo consenta) con un vaporetto o, in alternativa, con il vapore del ferro da stiro. Terminata la pulizia, se il tessuto è molto umido, accelera l’asciugatura con l’aiuto di un ventilatore o di un asciugacapelli.

Ma la pelle?

Il divano in pelle merita un discorso a parte. Il latte detergente a uso cosmetico ha un’azione idratante che ammorbidisce, nutre la pelle e ridona lucentezza al divano. Per pulizie approfondite si sconsiglia invece di praticare rimedi casalinghi invasivi, che potrebbero compromettere la qualità del rivestimento, al contrario è sempre buona norma ricorrere a kit di pulizia specifici per divani in pelle.

Guarda anche
Pulire casa

Come pulire i divani di pelle

Testi

Davide Cerruto

Ti potrebbe interessare