Donna moderna
Mettere in ordine

Come organizzare l'armadietto dei medicinali

Quattro step per mettere ordine tra le medicine in modo veloce ed efficace

Di tanti in tanto è necessario mettere ordine nell'armadietto (o cassetto) delle medicine: pillole e cerotti, creme e integratori, accumulati nel tempo...

Fase preliminare: scegli un luogo fresco e sicuro
Se già non hai un mobiletto/cassetto dedicato ai medicinali, è necessario scegliere uno spazio della casa che sia lontano da fonti di calore, comodo da usare, ma allo stesso tempo non accessibile ai bambini: per questi motivi, l’ideale è un piccolo pensile dedicato in bagno o il ripiano più alto di una credenza.

Fase 1: controlla le scadenze e fai decluttering
Prima di tutto svuota l'armadietto (o il cassetto) dei medicinali, raccogli tutte le confezioni eventualmente sparse per la casa e controlla le scadenze. 
Metti da parte gli eventuali medicinali scaduti: non buttarli nella spazzatura, ma portali alla farmacia più vicina, dove troverai un cassonetto apposito. Naturalmente puoi separare le scatoline di cartone e i foglietti illustrativi, che andranno nella raccolta della carta.

Fase 2: suddividi i farmaci per tipologia
Ora che hai tutte le confezioni da conservare di fronte a te, procedi organizzandole in base all'uso, per esempio:
  • primo soccorso: disinfettante e/o acqua ossigenata, cerotti, garze, nastro, forbici e ghiaccio secco;
  • antipiretici e antidolorifici;
  • antibiotici ad ampio spettro;
  • antiacido, fermenti lattici ed eventuali altri medicinali per stomaco e intestino;
  • antistaminici in pastiglie e/o crema, farmaci a base di cortisone;
  • pomate o gel per dolori muscolari;
  • eventuali medicinali che i membri della famiglia prendono regolarmente, a causa di patologie croniche: in questo caso, il posto migliore per conservarli può essere un altro, magari un cassetto del comodino o in cucina, in modo che siano sempre a portata di mano e non si rischi di dimenticarle.

Fase 3: prendi appunti!
Soprattutto nel caso di medicinali che si usano poco, può essere utile scrivere a penna sulla scatola a cosa serve e il nome della persona a cui è stato prescritto, perché con il tempo potrebbe venirci il dubbio; anche la data di scadenza a volte è quasi illeggibile e quindi si può riscrivere a penna, in modo da poterla leggere più facilmente.

enlightened L’idea in più (per i veri maniaci dell’ordine): usa un mini schedario per tenere tutti i bugiardini in ordine alfabetico, così li avrai sempre a portata di mano! In questo modo eviterai anche di doverli ripiegare e risistemarli nella propria scatola.

Fase 4: metti in ordine l’armadietto dei medicinali
A questo punto non resta che mettere i medicinali al loro posto: per tenere separate le diverse tipologie, così da trovare ciò che ci serve al volo, si possono per esempio utilizzare contenitori di varie dimensioni, che permetteranno anche di mantenere tutto in perfetto ordine.
Puoi anche stampare o scrivere a mano delle etichette, per indicare la suddivisione dei medicinali.

Ora che è tutto in ordine, non ti resta che controllare periodicamente la scadenza dei farmaci (ogni sei mesi è sufficiente)!
Testi

Paola Tartaglino - wemakeapair.com

Ti potrebbe interessare