Donna moderna
Decorare

Come appendere i quadri alle pareti

A volte la parete bianca fa paura… da dove cominciare? Don’t panic, copia i nostri schemi e non sbagli! 

A volte la parete bianca fa paura… da dove cominciare? Don’t panic, copia i nostri schemi e non sbagli!

Preferisci tanti quadri diversi, a una sola grande opera? Non cominciare ad appendere il più grande o quello che preferisci, decidi un ordine a priori. Puoi accostarli per soggetto, riunirli per somiglianza di cornici, o alternare di tutto un po’… Non è un problema, anzi! Ne risulterà una parete creativa. L’importante è appenderli in modo ordinato per creare allineamenti, blocchi o file. Per un insieme piacevole e che non appaia casuale.

Prima di appenderli appoggiali a terra e studia come accostarli e allinearli tra loro (nella gallery trovi i nostri schemi illustrati da Michela Savio). Non appenderli troppo in alto, se non sono a tutta parete. Ricorda che l’altezza ideale è quella degli occhi della persona in piedi che li guarda. E accostali lasciando pochi centimetri tra l’uno e l’altro, altrimenti daranno subito l’idea di essere ‘appesi a caso’.

SULLE SCALE
Se sono piccoli, raggruppali a formare dei blocchi compatti in modo che seguano l’andamento della scala. Mantieni comunque gli allineamenti orizzontali e verticali tra i gruppi.

A BLOCCO
In questo schema gli allineamenti principali sono due, a formare una croce centrale. Piccoli e grandi quadri creano un gruppo disomogeneo ma piacevole, ordinato e compatto.

SOLO DA UN LATO
A volte è bello giocare sull’alternanza di pieni e vuoti. Sopra il letto, piccoli quadri e foto sono riuniti e allineati solo da dalla parte di lei.

Testi

CasaFacile

Ti potrebbe interessare