Donna moderna
Prima & Dopo

Come arredare una casa antica

Soffitti alti e affrescati, porte e pavimenti d'epoca: una casa antica diventa accogliente grazie ad arredi 'caldi' e a tocchi di colore (rosa e grigio)

Una casa antica con i soffitti affrescati e ambienti ampi, con porte e finestre d'epoca. Una bella casa, eppure... «Qui manca qualcosa, ma cosa?» si chiedeva Ida, la proprietaria, che voleva rendere più accoglienti e raffinati i suoi spazi. Qua e là il decoro era irrisolto e l'atmosfera ne risentiva. La stylist di CasaFacile Vanessa Pisk ha puntato tutto sulla scelta di arredi "caldi" e sull'uso di un colore molto particolare: il rosa! Ecco la storia di questo Prima e Dopo.

Il parere della stylist: cosa dà potenziale a una casa

Per la stylist Vanessa Pisk, la casa di Ida aveva molti punti a favore: «Ristrutturazione recente, un bel parquet (il pavimento è importante: rende una casa fotogienica), colori delle pareti ben scelti. E un magnifico soffitto affrescato, nel living: per nulla valorizzato, però. Per accentuarne il fascino è bastato un morbido tappeto che ne riprendesse, quasi a specchio, i toni autunnali e caldi. Per aggiungere classe e calore, una lampada d’autore, tavolini design in legno, 
e un pouf extralarge dal mood giovane». Ora l’ambiente 
è super chic e confortevole.

Come rendere più luminose stanze un po' buie con il colore

«Mi piace creare atmosfere con i colori», dice Ida, la padrona di casa. «La cucina, per esempio, è un po’ buia, così ho accentuato la sua aria intima con una parete grigio scuro, che mette anche in risalto gli stipiti delle porte, così belli, d’epoca». Proprio la cucina, però, aveva più bisogno della mano di Vanessa: «Era penalizzata, con l’angolo colazione provvisorio, in plastica. Un tavolo in legno, di design importante come le sedie in filo d’acciaio, le hanno dato subito un carattere curato e compiuto». Anche in poco spazio. Interessante la scelta del grigio: se è di un tono perlaceo, e abbinato come qui a una sfumatura tenera e chiara come il rosa, non ruba luce, anzi, la fa risaltare. 

Quali colori pastello scegliere

Che Ida ci sappia fare con i colori non è un caso: è textile designer per il gruppo Gabel, e in Polonia ha studiato all’Accademia di Belle Arti. Ha disegnato lei i tessili che vestono il letto in queste foto. E proprio da loro è partita Vanessa per creare lo stile soft e insieme grintoso della camera matrimoniale: ha scelto un grande tappeto moderno che riprende toni e segni grafici della biancheria, con quegli accenti neri che smorzano la dolcezza dei colori pastello. Un mix cromatico che Ida ama molto: lo usa spesso nelle ceramiche e nelle borse di sua creazione. Le vende in un sito tutto suo: «Una passione che ho un po’ tralasciato da quando è nata la bimba», dice, «Ma appena avrò tempo...». Un comò in legno, una bella pianta, e l’atmosfera è servita.

Arredare il bagno con pezzi antichi e stile romantico

«Pochi elementi di facile collocazione (tappeti, luci, accessori) sono bastati a definire agli ambienti» dice Vanessa. Come nel bagno, dove mini interventi hanno accentuato l’aria romantica, e scaldato l’impronta minimal della parete grigio ghiaccio. Un mix che, ben dosato, ora è stile: vintage e design, legno e acciaio, toni pastello e nero. L’anima antica della casa, più il cuore giovane di chi la abita.

 

 

 

 

 

Testi

Laura Minetto

Stylist

Vanessa Pisk

Foto

Giandomenico Frassi

Ti potrebbe interessare