Donna moderna
Ispirazioni

Il mix perfetto: arredi vintage e pezzi di design

A casa di Mike D dei Beastie Boys tra arredi trovati nei mercatini e pezzi di design. La vera chicca? La sala da bagno in bianco e nero

Mike Diamond (o Mike D) è rapper del gruppo hip hop dei Beastie Boys e produttore discografico americano. Venite con noi nella sua casa di Cobble
Hill a New York dove vive con la moglie Tamra Davis, regista e i figli di 9
e 11 anni.  

Mike indica con orgoglio il cortile fuori dalla finestra: «Lo sognavo fin da piccolo!» dice. Il rapper è cresciuto fra i grattacieli di Manhattan. Ma per i figli si è trasferito a Brooklyn dove, con la moglie, ha ristrutturato una villetta.
300 mq, 6 mesi di lavori e un obiettivo: «stare nel budget» racconta. «Ci siamo concessi solo alcuni pezzi cult». E li hanno ‘sposati’ con tante idee pop e un po’ di fai-da-te.

Venendo da un loft, Mike e Tamra hanno apprezzato gli ambienti separati. Uno
l’hanno dedicato alla passione per il cinema. Basta poco: tende oscuranti,
un videoproiettore e... posti a sedere! «Con i divani ‘trasformisti’ diventa cinema in famiglia, stanza degli ospiti o angolo per le feste dei bambini» spiegano. Il loro istinto a giocare con gli ambienti si riflette anche nelle scelte décor, come la tappezzeria ispirata alle ‘Toile de Jouy’ di moda nella
Francia dell’800. «La casa è del 1853, volevo onorare la sua età» dice Mike, che l’ha disegnata da sé: raffigura scorci di New York ed è stata ripresa anche per i cuscini.

Il bello è multiforme e imprevedibile. «È come girare per le strade di New York... non sai mai se dietro l’angolo troverai un graffito o un palazzo decorato. E la magia è proprio il mix fra queste cose». Mescolare pezzi di valore e stile diversi è stata anche la parola d’ordine nell’arredare questa casa: la cucina costruita con legno di riciclo; le mensole in vetro e ottone copiate al mercato delle pulci di Parigi; il divano comprato su eBay. E insieme, sul tavolo da pranzo, il prezioso chandelier del designer olandese Tord Boontje: «L’ha trovato Tamra», dice Mike con gli occhi che brillano, «è il più bello che abbia mai visto!».

La camera padronale è all’ultimo piano, mentre i figli stanno al piano sotto in due stanze gemelle. Il vero lusso di questa casa è l’ampia sala da bagno, «è la nostra stanza preferita: ci piace la combinazione di bianco e di nero» dice Mike. Qui è particolarmente riuscita perché ‘scaldata’ dal legno delle travi, punto focale della stanza, e dai listoni di risulta che coprono una parete. Mettere al centro la vasca con i piedini ha richiesto la realizzazione, tutt’intorno, di un ambiente rétro: mobile porta-lavabi e specchi sono stati ridipinti. Adesso sembra che tutto appartenga alla stessa epoca!

Testi

Francesca Magni

Foto

Trevor Tondro/GMA Images/Living Inside

Ti potrebbe interessare