Donna moderna
Case dei lettori

Relooking in bianco con tocchi d'azzurro

Ci scrive Angela, un'affezionata lettrice, e ci racconta come ha arredato la sua casa, scegliendo come elementi décor una sfumatura di azzurro e una carta da parati

Ecco la casa di una nostra affezionata lettrice, Angela, che qui racconta le sue scelte d'arredo.
«Sono 70 mq che presto subiranno una totale ristrutturazione, a seguito dell’unione con l’appartamento gemello sottostante, acquistato di recente. Prima che la metamorfosi abbia inizio (ho in mente tantissime idee e Casa Facile mi seguirà anche in questo progetto, come ha già fatto in passato, per ogni casa dove ho abitato da single, in coppia ed in versione famiglia, con i mie due bimbi e mio marito), vorrei mostrarla a voi che siete la mia fonte di ispirazione continua.
La casa si trova nel quartiere Pietralata di Roma, non lontano dal centro. Da ex periferia, il quartiere sta vivendo una vivace rinascita, sia grazie alla riqualificazione della adiacente Stazione Tiburtina e di tutta l’area limitrofa, sia grazie alla trasformazione delle tante officine e magazzini  in ristoranti, centri culturali e locali modaioli, tutti arredati con un occhio al recupero e al vintage (Lanificio Luciani, Fish Market, Pietralata Pizzeria di Quartiere, Inofficina ed il recente The Butcher….date un’occhiata ai rispettivi siti web e segnateli anche come indirizzi gourmet per le vostre gite nella Capitale, non ve ne pentirete ).
Tornando ai dettagli del mio piccolo appartamento, il punto di forza è la felice esposizione: la casa è davvero molto luminosa e gode anche di una bella vista sul giardino della nostra palazzina e degli altri condomìni vicini.
Al suo interno, per gli arredi, ho scelto prevalentemente il bianco ed il colore Parma Gray di Farrow and Ball, che ho poi voluto anche per la carta da parati del soggiorno e per alcuni arredi».

L’ingresso/living
Il mobile bianco che funge da parete divisoria tra la zona conversazione e l’ingresso/pranzo l’ho disegnato da sola e lo ha realizzato un falegname di mia fiducia ed è ispirato alla collezione Lago Air.
Al tavolo Tulip Eero Saariner style ho abbinato, in netto contrasto, le sedie di Maison du monde: Il lampadario l’ho scovato presso un antiquario, mi piace la forma a goccia che ricorda i disegni della parete. La libreria è stata disegnata da me. La cassapanca, invece, è un modello, credo non più in produzione, di IKEA che ho rifoderato con un mix di stoffe di Design Guild. Con la stessa stoffa a righe ho creato una parte della tenda, l’altra metà è invece di IKEA. Infine, il divano (il mio cruccio…) è un comodissimo Bontempi ma… NERO …. acquistato in autonomia da mio marito, quando ancora non ci conoscevamo, che non mi andava di eliminare ma che trovo non adatto allo stile della casa  e che quindi tendo a nascondere sotto teli, lenzuola e moltitudine di cuscini.

La cucina
E’ in effetti un po’ piccolina, soprattutto in considerazione della mia passione per la cucina e per la tavola, ma con un pochino di inventiva sono riuscita a farci stare quasi tutto….ne ho sfruttato al massimo l’altezza, appendendo una seconda fila di pensili dove ho stivato tutti i piatti /bicchieri/vassoi di cui faccio collezione e con i quali amo apparecchiare tavole sempre diverse. La cucina è Lube, il tavolo è di recupero, la parete a lavagna è la mia “to do list” sempre in evoluzione!
 
La cameretta dei bimbi
Alla fine, nonostante svariati tentativi, i miei bimbi di 4 anni e 3 anni dormono quasi sempre in camera nostra e, quindi, la stanzetta è il loro spazio per giocare, far merenda e sperimentare. Qui un dettaglio di cui vado fiera è la tenda di Mastro Raphael azzurra, acquistata quando aspettavo il mio primogenito e immaginavo una cameretta tutta al maschile, che ho poi reso più romantica sovrapponendole una tenda di lino bianca di Jardin d’Ulysse, ornata da cuoricini bianchi e pronta a dare il benvenuto alla piccolina di casa. Il resto, a parte l’armadio, è composto da mobili IKEA, super funzionali e versatili.

La nostra camera
All’inizio era troppo bianca, quindi ho deciso di regalare un po’ di personalità alla nostra camera da letto con una carta da parati romantica ed al tempo stesso vivace, ho scelto Pavilion di Sanderson, il mobile su cui è appoggiata la TV è Ikea, sarebbe una scarpiera ma io l'ho trasformato in comodo contenitore per le mie borse e cinture; ho sostituito i pomelli con quelli verdi ed ottone di Zara Home che lo rendono più personale e che nei colori richiamano la carta da parati.
 
Il terrazzino
Alla fine  abbiamo allestito anche una piccola zona relax, un micro terrazzino (dove le vere protagoniste sono le comodissime poltrone Ikea) che, grazie al mite clima romano, riusciamo a sfruttare per diversi mesi all’anno.
 

Ti potrebbe interessare