Donna moderna
Case dei lettori

Un appartamento romano che suona come uno swing

Valentina Romano

Valentina Romano  •  Case tascabili

Blogger CF Style

Un appartamento romano che unisce i padroni di casa nella passione per il vintage e il recupero di arredi ed elementi di design con una storia.

In un appartamento romano linee contemporanee e dettagli etnici danzano su note rétro

Lorenzo e Sara hanno da poco ristrutturato gli 80 mq in cui vivono. Il progetto firmato da Sara, architetto, ha completamente ridefinito la pianta della casa che si presentava buia e con un angusto corridoio che rendeva incombenti i volumi interni della casa. Il nuovo impianto ora privilegia una zona giorno molto spaziosa intorno alla quale si aprono i restanti ambienti.

Due soli vincoli architettonici, entrambi nel living: una trave che ne percorre trasversalmente il soffitto, e un pilastro.

Sara ha saputo valorizzare questi due elementi: il pilastro è stato ingabbiato in un parallelepipedo di cartongesso nel quale sono stati "scavati" dei vani contenitori; la trave invece è stata lo spunto per creare una gola dove alloggiare un corpo luminoso, con un conseguente effetto scenografico molto bello. Sia la trave che il pilastro, inoltre, sono serviti a demarcare le aree della zona giorno: la prima, sottolineata dalla lingua di luce, divide idealmente la zona relax dalla zona pranzo, mentre il secondo diventa una sorta di schermo per la cucina.

Quest'ultima ha un doppio affaccio sul living e, quasi a esaltare la sua diversa destinazione d'uso, presenta un pavimento in graniglia con decori floreali stilizzati (produzione Mipa). Un tocco rétro accostato per contrasto al suo arredo minimal e pulito, costituito da mobili che corrono a nastro lungo tre pareti e da un armadio porta vivande che supplisce l'assenza dei più classici pensili.

Tutto il linguaggio della casa è giocato su questo contrappunto tra linee contemporanee e gusto rétro, e sull'elegante palette cromatica composta dal tono caldo del parquet in rovere, dal bianco e dal nero e da pochi accenti di colori più polverosi.

A proposito di rétro, come non notare i bellissimi termosifoni in ghisa per anni saggiamente conservati dai genitori di Lorenzo, o i vari arredi di famiglia e i complementi trovati nei mercatini in giro per il mondo.

Mentre Sara e Lorenzo raccontano della loro casa, rivelano dietro a ciascun dettaglio una storia personale o un'esperienza di vita condivisa

È bello quando una casa si nutre delle storie di chi la vive e quando i suoi dettagli diventano veri e propri contenuti da svelare. La coperta stesa sul divano glow-in di désirée, per esempio, arriva da un viaggio in India e Sara ci tiene a dare maggiori informazioni sulla tecnica del ricamo kantha con il quale è stata realizzata. La sua passione per il particolare ricercato ha contagiato Lorenzo che descrive nel dettaglio certi arredi di recupero, come il sideboard anni cinquanta sul quale hanno appoggiato il lavabo di uno dei bagni.

Le due camere da letto sono minimal negli arredi ma con trovate decorative d'impatto

Nella camera padronale Sara ha fatto realizzare un tramezzo a tutta altezza che funge sia da testata del letto che da elemento separatore con la retrostante cabina armadio. Un decoro color blocking dona personalità a questa struttura e, in una stanza dove prevalgono funzionalità e minimalismo, è l'unico "capriccio" insieme alle due lampade a parete handmade realizzate con l'assemblaggio di pezzi trovati in un mercatino.

Bellissimi infine i bagni dal look black and white con cementine dai decori geometrici arrivate dal Marocco (produzione Yann) e con dettagli rètro come lo specchio di design svedese o le applique di Illuminate Vintage (su Etsy), così come la tendina bianca della vasca da bagno che rievoca atmosfere d'altri tempi.

Guarda anche
Ispirazioni

Pareti colorate e mobili vintage

Testi

Valentina Romano

Foto

Valentina Romano

Ti potrebbe interessare